facebook twitter rss

LETTERE AL DIRETTORE
“In ospedale mi sono sentita a casa”,
il ‘grazie’ di Francesca Valentino
al Murri e a ortopedia

FERMO - Dopo l'elogio, ieri, oggi il grazie di una 70enne per un intervento a una protesi
Print Friendly, PDF & Email

Dopo i ringraziamenti al personale dell’ospedale Murri di Fermo da parte di  Marinella, Francesca, Giovanni e Federica Amurri (leggi l’articolo) per come è stata trattata e curata la loro mamma 87enne, oggi il personale del nosocomio fermano incassa un nuovo plauso. E questa volta è proprio la diretta interessata a scrivere a Cronache Fermane per recapitare i suoi ringraziamenti a camici, infermieri, Oss, direzione dell’Area vasta 4 e direzione ospedaliera.

E’ Francesca Valentino, 70enne residente nell’entroterra fermano a dire grazie alla sanità, a partire dal reparto di ortopedia, dove lei è stata ricoverata di recente per sottoporsi a un’operazione: “Sono stata trattata come in famiglia, come a casa. Premura e attenzioni. Personale, tutto il personale, splendido e professionale. Dalla direzione al primario, ai medici, infermieri, Oss. Davvero tutto impeccabile. Sono stata ricoverata martedì e mercoledì mi sono sottoposta a un intervento per una protesi al ginocchio. Venerdì ho iniziato la riabilitazione. Ma con il sorriso di chi è stata accudita con premura, sì direi anche affetto, e professionalità. In un periodo in cui il servizio pubblico, la sanità, vengono bersagliati da critiche, ritrovarsi in un ambiente fatto di persone  con la p maiuscola, che allo stesso tempo sono anche grandi professionisti, aiuta ad affrontare le difficoltà con animo e serenità”.

Per inviare le vostre lettere firmate: redazione@cronachefermane.it

LETTERE AL DIRETTORE ‘Nostra madre salvata da medici e infermieri del Murri’


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti