fbpx
facebook twitter rss

Primo parto naturale
dopo un cesareo al Murri,
Scartozzi: “Dalle parole ai fatti”

FERMO - Il primario del reparto di Ostetricia e Ginecologia, Scartozzi: "Ci auguriamo che questo sia il primo passo affinché le donne che hanno subìto per svariati motivi un taglio cesareo nella prima gravidanza abbiano la possibilità di riscattare il loro desiderio di maternità spontanea. Ringrazio tutta la mia equipe e quella del blocco operatorio"
Print Friendly, PDF & Email

Dopo le parole i fatti, per un chiaro impegno preso dal primario Alberto Maria Scartozzi (leggi l’articolo). Oggi, infatti, alle 17,30, all’ospedale Murri di Fermo, nel reparto di Ostetricia e Ginecologia diretto dal dottor Alberto Maria Scartozzi è avvenuto il primo parto spontaneo vaginale in una paziente che nella precedente gravidanza aveva eseguito un taglio cesareo.

I genitori, mamma Susi e babbo Giuseppe Pio, di Porto Sant’Elpidio, con il loro piccolo tesoro, Maria Pia, venuta al mondo con un peso di 2,8 chilogrammi, felici e soddisfatti sono stati brillantemente assistiti e monitorati dall’equipe dell’ostetricia e del blocco operatorio per garantire massima sicurezza all’evento spontaneo. In particolare erano presenti le ginecologhe Silvi e Stragapede, l’anestesista Scriboni, le ostetriche Paolella e Ravì, l’infermiera del nido Borraccini e gli infermieri strumentisti di sala Coscia e Benedetti.

Il primario Alberto Maria Scartozzi

“Ci auguriamo che questo sia il primo passo affinché le donne che hanno subìto per svariati motivi un taglio cesareo nella prima gravidanza – il commento del primario Alberto Maria Scartozzi – abbiano la possibilità di riscattare il loro desiderio di maternità spontanea. Ringrazio tutta la mia equipe e quella del blocco operatorio che mi sostengono in questo importante percorso di cambiamento”.

Un parto umanizzato e attenzione all’oncologia: la linea di Scartozzi per Ostetricia e Ginecologia (VIDEO INTERVISTA)

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X