fbpx
facebook twitter rss

IL TRAGICO EPILOGO
E’ morta la bimba
finita in acqua alla Risacca

PORTO SANT'ELPIDIO - La piccola soccorsa in piscina domenica scorsa è spirata all'ospedale Salesi dove era arrivata in eliambulanza; troppo gravi le lesioni cerebrali riportate in quei drammatici istanti in cui è rimasta esanime in acqua
Print Friendly, PDF & Email

di Pierpaolo Pierleoni

E’ finita. Le flebili speranze si sono spente ieri sera, dopo 6 giorni trascorsi tra la vita e la morte. E’ morta la bimba che ha rischiato di affogare domenica scorsa in una piscina del villaggio vacanze La Risacca di Porto Sant’Elpidio. Le sue condizioni erano parse sin dall’inizio gravissime, ma dopo un massaggio cardiaco prolungato ed oltre trenta minuti di tentativi, i soccorritori erano riusciti a rianimarla. Il cuore era ripartito, ma la piccola non ha mai ripreso conoscenza. Trasportata in eliambulanza all’ospedale Salesi di Ancona, ha evidenziato da subito un quadro clinico disperato. Troppo gravi i danni cerebrali riportati per confidare in una ripresa.

Ieri sera l’epilogo. La bimba è morta. Aveva appena 4 anni, si chiamava Leandra Kotori. Abitava a Porto Sant’Elpidio, al quartiere Faleriense, con la famiglia di origine albanese, aveva un fratello maggiore che quel giorno era con lei ed il padre all’acquapark per trascorrere alcune ore di svago e divertimento. Una giornata di allegria, che invece ha portato un dolore indescrivibile.  Il centro vacanze La Risacca ha postato sulla propria pagina un messaggio di cordoglio: “Abbiamo appena ricevuto la notizia che la bimba che ha rischiato di affogare in piscina la scorsa domenica purtroppo non ce l’ha fatta. Tutto lo Staff si stringe nel dolore al fianco della famiglia della piccola. Chiediamo a tutti di rivolgere un pensiero e una preghiera per questa famiglia”.

 

Bimba rischia di annegare, i carabinieri cercano la donna che l’ha soccorsa: “Ogni dettaglio è utile, chi c’era ci contatti”

Rischia di annegare in piscina: gravissima una bimba

 

 

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X