facebook twitter rss

Team Commando fiero
protagonista anche in Portogallo

BODY BUILDING - Al Gran Casinò di Estoril la scoppiettante chiusura della stagione sportiva 2019 per gli atleti di Miki Rutili. Matteo Tedesco è quinto nella X-Tall Amateur, e nel mentre ecco il debutto nel circuito professionistico mondiale per Nathan Lelli e Gianmarco Bollaro
Print Friendly, PDF & Email

ESTORIL (PORTOGALLO) – Al Gran Casinò della splendida città iberica, uno dei più belli in Europa che affaccia sull’oceano Atlantico, la squadra fermana Team Commando di Miki Rutili ha di recente terminato la stagione agonistica 2019 con un risultato che prospetta un tour agonistico 2020 nei cinque continenti.

L’atleta Matteo Tedesco brilla nella X-Tall Amateur ottenendo un 5° posto assoluto di categoria. Debuttano invece nel circuito professionistico mondiale Nathan Lelli e Gianmarco Bollaro, che hanno inciso nell’albo d’oro il nome del Girfalco come Campioni in carica del Mister Universo, recentemente conquistato ad Acapulco, in Messico.

Sul palco del casinò che richiama lo stesso visto nello scontro tra Apollo Creed ed Ivan Drago nel film Rocky 4 (dove gli atleti compaiono da sotto il perimetro di sfida che si eleva meccanicamente in alto davanti al pubblico), con una coreografia hollywoodiana si sono sfidati i migliori professionisti al mondo per il montepremi totale di 200.000 dollari.

“Un debutto di tutto rispetto – dichiara Miki Rutili al telefono dal Portogallo – Nathan e Gianmarco hanno gareggiato per la prima volta con il gota del Bodybuilding, atleti che per professione h24 sono impegnati solo nella disciplina. Entrare nel top 10 e arrivare 6° e 7° assoluto è un’impresa ed una dimostrazione di forza unica, qui siamo in Champions League, abbiamo ottenuto la Pro Card da poco, miglioreremo e nel 2020″.

“Vogliamo infatti lottare per il titolo mondiale in tutte le categorie, i ragazzi stanno acquisendo la giusta maturità che necessita un’atleta pro – ha aggiunto -, ora pensiamo a rientrare a casa e fare un lunga vacanza fino a gennaio. Abbiamo messo piede in circa quindici nazioni in tutto il mondo quest’anno, i ragazzi ora devono riposare e rigenerarsi, voglio tornare per incontrare il sindaco Paolo Calcinaro e l’assessore Albero Scarfini, abbiamo deciso come team di consegnare loro i nostri trofei in Messico, li dedichiamo alla nostra città, li dedichiamo a Fermo“.

Decisiva la presenza della casa di produzione del regista fermano Matteo Salpini che ha girato un documentario speciale ottenendo le autorizzazioni esclusive per delle riprese con il leggendario Peter Molnar, atleta da 2 milioni di dollari a stagione, conseguiti nel 2019 grazie alle competizioni, che racconterà in anteprima esclusiva in italiana nel canale YouTube del Team Commando tutti i retroscena di questo avvincente sport.

p. g. 

 

Fotogallery

 

Articoli correlati: 

Team Commando, doppietta sul tetto del mondo

Il Team Commando si aggiudica il Mister Hercules Olympia

Miki Rutili incontra Schwarzenegger, la promessa a Trasatti Obiettivi ‘Aldrin’ e mostra dei cimeli del cinema

Il sogno del manager fermano Miki Rutili si avvera: “Ho conosciuto Sylvester Stallone”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X