facebook twitter rss

Il centro di aggregazione
diventa polifunzionale, Gramegna:
“Più servizi e assistenza per i giovani”

PORTO SAN GIORGIO - L'assessore ai servizi sociali: "Parliamo di uno spazio di accoglienza per adolescenti e pre-adolescenti con particolare attenzione alle esigenze di inserimento sociale o di disagio e per il quali il servizio assumerà la fisionomia di luogo di sostegno educativo"
Print Friendly, PDF & Email

L’assessore Francesco Gramegna (sin) qui con il sindaco Nicola Loira

Il Centro di aggregazione giovanile (Cag) cambia veste e diventa polifunzionale. E’ la novità d’inizio 2020 del settore Servizi sociali del Comune pronta a prendere piede dal prossimo mese di marzo, non appena saranno espletate le procedure d’affidamento del servizio.

“Nell’attuale sede sul lungomare Gramsci – spiegano, con una nota per la stampa, dal Comune – andrà a nascere uno spazio di accoglienza per adolescenti e pre-adolescenti con particolare attenzione alle esigenze di inserimento sociale o di disagio e per il quali il servizio assumerà la fisionomia di luogo di sostegno educativo.

Secondo gli indirizzi dell’amministrazione comunale il Centro dovrà essere il fulcro per la messa in rete di tutti gli attori che svolgono attività in favore della fascia d’età che va dagli 11 ai 25 anni. Saranno coinvolte le istituzioni scolastiche e tutti i centri a carattere ludico-ricreativo e di doposcuola della città, con la possibile estensione alle associazioni sportive e culturali”.

“Le azioni dovranno contribuire anche a ridurre il fenomeno della dispersione scolastica, offrire ai giovani spazi per laboratori di vario genere, momenti di confronto e promuovendo interventi di prevenzione contro l’emarginazione sociale – aggiunge, nella nota, l’assessore ai servizi sociali Francesco Gramegna – Il Centro polifunzionale accoglierà iniziative di alternanza scuola-lavoro, tirocini formativi, stage ed ogni altra forma di attività volta a fornire ai giovani la possibilità di un’esperienza di crescita accompagnandoli in percorsi orientativi, educativi ed azioni di tutoraggio. Tra gli obiettivi c’è inoltre l’attivazione di esperienze-pilota con possano agevolare l’inclusione occupazionale di soggetti svantaggiati o con delle fragilità. La struttura dispone di vari spazi interni, attrezzature ludiche e video, una sala musica adiacente su prenotazione per le prove di gruppi che si intende valorizzare. La frequenza al Centro sarà libera e gratuita: si prevede l’iscrizione annuale per profilare l’utenza ed organizzare al meglio le attività in base al target rilevato”.

“Intanto mercoledì prossimo, nei locali di via Marsala 19, riaprirà la ludoteca comunale ‘Gli amici di Lucignolo”, spazio per le attività ludiche e ricreative riservato i bambini dai 3 ai 12 anni. Anche per questo servizio la frequenza è libera e gratuita – conclude Gramegna – Nei mesi primaverili sarà possibile prevedere lo svolgimento delle attività anche in spazi esterni. Stando alle recenti statistiche fornite dagli Uffici comunali, la ludoteca conta mediamente su 200-250 presenze mensili. Sarà aperta dal lunedì al venerdì, dalle ore 16,30 alle 19,30”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X