facebook twitter rss

Raid nella notte: presi di mira
un distributore di sigarette e un bar
,
carabinieri sulle tracce
di una banda di criminali

FURTI - I malviventi hanno preso di mira un distributore di tabacchi a Monteleone di Fermo e un bar a Belmonte Piceno, pubblico esercizio da cui sarebbero sparite delle slot machine. Sul posto, per i sopralluoghi, i militari del Radiomobile della compagnia di Montegiorgio
Print Friendly, PDF & Email

di Giorgio Fedeli

Questa volta è l’entroterra a pagare lo scotto della criminalità. Dopo i furti perpetrati a danno di appartamenti negli ultimi giorni tra Sant’Elpidio a Mare e Moresco, ma anche, nei giorni scorsi, a Fermo, Porto Sant’Elpidio, Porto San Giorgio e Petritoli (leggi l’articolo), questa notte è stato il turno di Monteleone di Fermo e Belmonte Piceno. Nel primo dei due Comuni i malviventi hanno preso di mira il distributore automatico di sigarette all’esterno del ‘Buongiorno Coal’. I banditi l’hanno scassinato per poi trafugare quanto contenuto al suo interno, tra soldi e sigarette.

Sembrerebbe che i malviventi abbiano anche cercato di forzare una porta d’ingresso ma qualcosa o qualcuno li ha costretti alla fuga. E nel bilancio della nottata di furti ci finisce anche un bar di Belmonte Piceno dal quale sarebbero scomparse delle slot. A fare l’amara scoperta, questa mattina, i titolari delle attività prese di mira. e così è subito scattata la chiamata al 112. A Monteleone e a Belmonte sono così subito arrivati i carabinieri del Radiomobile della compagnia di Montegiorgio. I militari dell’Arma hanno avviato le indagini per cercare di risalire all’identità dei criminali. Stando ai primi elementi raccolti e alle prime ipotesi investigative, a colpire potrebbe essere stata la stessa banda. Banda, sì, perché gli inquirenti dell’Arma hanno buoni motivi per credere che ad entrare in azione siano state più persone, fuggite presumibilmente con un furgone o un camioncino per caricare l’intero bottino. Al momento non si ha ancora una stima precisa dei danni o della refurtiva. I carabinieri comunque stanno valutando ogni elemento utile raccolto nel corso dei sopralluoghi. E la caccia alla banda di ladri è già scattata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X