facebook twitter rss

Emodinamica, Cesetti: ‘Il Fermano
avrà un servizio completo,
Livini ci sta lavorando da tempo’

SANITA' - L'assessore regionale: "Nell’anno in corso questo settore avvierà un percorso di investimenti tecnologici che determineranno l’allestimento di spazi dedicati nel “Murri” di Fermo prevedendo 2 sale di Laboratorio di Emodinamica. Ad oggi non esistono motivazioni e numeri tali da rendere il servizio in piena autonomia a Fermo"
Print Friendly, PDF & Email

Da sin. l’assessore Cesetti e il direttore Livini

“Tra le novità degli ultimi anni la Regione Marche nei suoi atti di programmazione ha dato ampio spazio alle Reti Cliniche, cercando di adottare nuovi modelli organizzativi nel sistema sanitario regionale per rispondere alle norme nazionali (vedi Decreto 70/2015) finalizzate alla razionalizzazione e sostenibilità economica del Sistema sanitario nazionale e di adattamento alle future sfide poste dall’aumento di importanti patologie, tra cui le malattie cardiovascolari”. Inizia così la nota con cui l’assessore regionale Fabrizio Cesetti interviene in merito al servizio di emodinamica nel Fermano, per Cesetti un ‘obiettivo su cui il direttore Av4 Livini sta lavorando da tempo, un servizio che il Fermano avrà completo”.

“La Regione Marche – si legge nella nota di Cesetti – ha prodotto numerosi atti che prevedono significative innovazioni nel settore ospedaliero, con ridefinizione del numero dei posti letto, significativamente aumentati per l’AV4, e di Strutture Complesse e Semplici correlate ai bacini di utenza e volumi minimi di attività.
Coerente con questa impostazione è la nota del direttore dell’AV4 Licio Livini apparsa nei giorni scorsi sulla stampa locale, in merito all’emodinamica del Fermano.
La istituzione di una rete cardiologica interventistica per il territorio di Marche Sud è un’idea che sicuramente si concretizzerà all’interno dei percorsi organizzativi della sanità territoriale ed in linea con la programmazione della Regione Marche troverà spazio un servizio eccellente di pronta risposta H24 a problematiche di rivascolarizzazione cardiaca da occlusione coronarica.
Il direttore Livini, che gode della più ampia fiducia dell’amministrazione regionale tanto da essere stato di recente riconfermato nel suo ruolo, sta portando avanti un programma fatto di obiettivi dettati dal Sistema Sanitario Regionale e fra questi anche la implementazione del Dipartimento Cardiologico Funzionale istituito nelle province di Fermo, Macerata ed Ascoli Piceno, di cui è direttore il  dottor Domenico Gabrielli primario della Cardiologia di Fermo.
Come ho avuto modo di sottolineare in una recente conferenza stampa, nell’anno in corso questo settore avvierà un percorso di investimenti tecnologici che determineranno l’allestimento di spazi dedicati nel “Murri” di Fermo prevedendo 2 sale di Laboratorio di Emodinamica.
Ad oggi non esistono motivazioni e numeri tali da rendere il servizio in piena autonomia a Fermo, come cautelativamente e coerentemente dichiarato dal presidente Ceriscioli, ma in un sistema di rete clinica costruita con Macerata ed Ascoli Piceno, che passa attraverso una adeguata formazione del personale e con un percorso organizzativo virtuoso, si arriverà a garantire risposte sui tre Laboratori attrezzati nelle tre province, potendo risolvere ogni tipo di problematica, con pari dignità tra gli stessi e per tutta una popolazione che rappresenta un terzo della Regione Marche”.

Emodinamica a Fermo? L’annuncio di Livini: spunta la rete cardio-interventistica Marche sud con l’équipe mobile


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page



1 commento

  1. 1
    Simone Belleggia il 20 Gennaio 2020 alle 14:07

    Una domanda, dove si farà emodinamica nel vecchio ospedale o nel nuovo?

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X