facebook twitter rss

Mauro Antonioli: ”Ho capito cosa
significa il derby qui a Fermo”
IL VIDEO

SERIE C - Alla ripresa degli allenamenti settimanali, che andranno a sfociare con il match interno di domenica prossima contro il SudTirol, il trainer della Fermana ripercorre le tappe che hanno portato alla vittoria in casa della Samb. Segui le immagini con il ritorno della squadra in città e l'abbraccio dei tifosi
Print Friendly, PDF & Email

Lo spaccato gialloblù post derby dal Riviera delle Palme: sul fondo di gioco la Fermana, in curva i sostenitori canarini

 

di Paolo Gaudenzi

FERMO – “Bonetto e Neglia dall’inizio sono stati scelti al posto degli indisponibili De Pascalis e D’Angelo. Poi, avendo visto le caratteristiche di Esposito, in grado di giocare la palla, ecco inserito anche lui in corso d’opera”.

Apre così, sulla resa del Riviera dei nuovi elementi giunti dal recente mercato, mister Mauro Antonioli. Nella consueta conferenza stampa di inizio settimana, il tecnico ripercorre alcuni passaggi dell’impresa corsara, quella del recente monday night mandata in onda nel derby in casa della Samb.

Mauro Antonioli durante la conferenza stampa

Isacco, ha fatto bene nel primo tempo, ma deve crescere e migliorare – ha proseguito sui singoli il timoniere gialloblù -. Sono soddisfatto dal mercato, ora lavoriamo per inserire i nuovi al meglio nel discorso tattico. Bonetto ha fatto una buona partita, lo conoscevo già perché ci avevo giocato contro in Serie D, Neglia è stato decisivo, facendo quello che si chiede ad un attaccante, cioè il gol, e come dicevo Esposito ci ha dato una mano in fase di costruzione”.

“Nelle spogliatoio tra primo e secondo tempo ai ragazzi ho detto che non si trattava di un discorso di puro modulo, ma di interpretarlo bene e di fare certe cose. Tanti giocatori? Il pro è l’ampia gamma di scelta, il contro è il dispiacere nel lasciare fuori tanti elementi, anche durante le sedute di lavoro. La gestione è quindi non facile, e mi sono perciò appellato alla professionalità dei ragazzi. C’è tanto attaccamento alla maglia comunque, nessuno dei ragazzi è voluto andare via, anche chi non avrà un ampio minutaggio in partita sarà però prezioso, perché contribuirà a far alzare il livello degli allenamenti”.

“Ho capito anche cosa significa derby qui a Fermo – ha chiuso Antonioli -. Al gol sono scattati tutti in piedi, per tutti intendo non solo i calciatori ma anche i dirigenti. A fine partita avrei voluto partecipare anche io alla festa, ma sono stato fermato dalle telecamere. L’importante, però, oltre alla vittoria è che abbiamo gioito i ragazzi, i veri protagonisti del successo”.

 

Fotogallery 

La gioia al termine del derby di Urbinati, Ginestra e Molinari

E nel mentre tutta l’euforia dei tifosi canarini in curva ospiti

 

Articoli correlati: 

Il derby del “Riviera” è timbrato Fermana, Neglia è il match winner

Sambenedettese-Fermana, l’analisi dalla sala stampa


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X