facebook twitter rss

Serata di gala per ”La mia prima
volta in campo con la Juventus”

CALCIO - Il volume sulla celebre "vecchia signora" presentato ieri al ristorante Il Gambero di Porto Sant'Elpidio. Oltre agli autori, i tifosissimi Paolo Paoloni e il collaboratore sportivo di una vita della Juve, Nazzareno Romagnoli, l'ex portiere bianconero Stefano Tacconi. Al suo fianco i rivieraschi a vantare esperienze nei massimi palcoscenici calcistici come Mirko Cudini ed Angelo Castronaro. Tra i tributati anche l'esterno destro Alessandro Eleuteri, prodotto del vivaio juventino, oggi protagonista in Lega Pro
Print Friendly, PDF & Email

I cimeli storici della Juventus a cavallo tra gli anni ’80 e ’90, la copertina del volume, l’autore Paolo Paoloni e l’ex portiere bianconero Stefano Tacconi

 

di Paolo Gaudenzi, foto Simone Corazza

PORTO SANT’ELPIDIO – Serata di gran gala quella andata in onda sin dal tardo pomeriggio di ieri al ristorante Il Gambero. Ospite d’onore una famosa ed elegantevecchia signora“, tanto amata ma allo stesso tempo altrettanto messa al bando dagli appassionati di calcio nazionali, pronti a dividersi da sempre tra pro e contro: la Juventus.

Grazie all’opera di Paolo Paoloni,La mia prima volta in campo con la Juventus“, il famoso undici bianconero di ogni epoca calcistica ha infatti preso emotivamente la scena ai commensali. Il testo, articolato sui tanti esordi legati al mondo juventino, grazie al fondamentale aiuto alla stesura dell’elpidiense Nazzareno Romagnoli (collaboratore bianconero da sempre e di casa nel mondo della vecchia signora), mette sotto i riflettori il balzare alla mente del primo ricordo da sostenitori, la prima partita seguita allo stadio torinese, senza dimenticare la prima maglia indossata dai rinomati cromatismi agli antipodi.

Volume in cui sono veicolati inoltre, in maniera convergente e da tanti angoli d’Italia, i racconti della famiglia dell’indimenticabile capitano Gaetano Scirea, quelli di Nestor Sivori, di Stefano Tacconi (ospite d’onore ai tavoli del ristorante litoraneo), Paolo Montero, Totò Schillaci, Claudio Prandelli, Franco Causio, Claudio Gentile, Giuseppe Furino e molti altri. Per la sponda opposta, quella cioè di chi ha solo incrociato la Juve da avversario, le parole spese nel merito da Roberto Mancini, attuale commissario tecnico della Nazionale. Esternamente agli addetti ai lavori in senso stretto i contributi di Neri Marcorè, dell’olimpionica Giovanna Trillini, del pallavolista Gigi Mastrangelo e del comico Max Pisu.

Un pizzico di orgogliosa rappresentanza territoriale trapela tra le pagine grazie ai volti marchigiani ad aver calcato in passato il massimo palcoscenico della Serie A, vedi Angelo Castronaro, Fabio Brini, Mirko Cudini, Massimo Paci ed Andrea Armellini. Con loro citato tra le pagine del volume anche Alessandro Eleuteri, laterale destro leva del 1998, prodotto del vivaio piemontese, ed oggi in forza all’Atalanta e in prestito all’Alessandria in Lega Pro.

Il libro, spiegato da Paoloni e Romagnoli, da decenni radicati nel mondo Juve a tutto tondo “è nato durante il recente periodo della quarantena – parole degli stessi –. Eravamo a digiuno di calcio ed abbiamo ideato il progetto, iniziando a raccontarci la prima volta allo stadio per seguire la Juve. Da quel momento l’idea di raccogliere tante esperienze simili alle nostre, e sono quindi riemerse oltre 300 testimonianze di tifosi bianconeri. Sono state inserite oltre 50 narrazioni giunte ex giocatori della Juventus e da qualche celebre avversario. Tutto è stato realizzato a scopo di beneficenza: l’intero ricavato della vendita è stato infatti devoluto all’Aicu, Associazione Italiana Carlo Urbani“.

Emozioni incarnate da tanti prestigiosi vip, chiamati a rimpolpare il parterre de roi  voluto dagli organizzatori, a partire appunto dal portierone a calzare i guantoni bianconeri dal 1983 al 1992, Stefano Tacconi, che ha proseguito la serata nella riviera sangiorgese, ospite dell’hotel Il Caminetto.

L’ex numero uno bianconero, presentato dai conduttori serali, i colleghi Giuseppe Moreschini e Giuliano Gubinelli, ha raccontato più di un aneddoto riconducibile alla longeva esperienza sportiva torinese prima di cedere la parola per i saluti del sindaco Nazzareno Franchellucci. A seguire le premiazioni alla carriera di coloro che, chiamati in causa nell’opera editoriale, hanno inoltre risposto presente all’invito serale. Ecco dunque la scena per Mirko Cudini, portoelpidiense con una sconfinata carriera da difensore centrale trascorsa tra Serie A, B e C ed oggi allenatore del Campobasso in Cnd; ed Angelo Castronaro, anch’egli espressione della città ed ex mediano tra le altre del Bologna. Ironia della sorte, in A ad aver realizzato una rete proprio alla Juventus. Saluti e ricordi messi sul piatto anche da Andrea Putzu e Gabriele Vesprini; il primo vicino alla squadra torinese da vecchia data, il secondo noto anche nelle vesti di perno della regia organizzativa del celebre Mundial Beach Soccer, circuito di calcio sulla sabbia a far tappa da lustri in riva all’Adriatico elpidiense. Salutato Gianpaolo Marini, presidente dell’Atletico Porto Sant’Elpidio, collettivo biancoazzurro ad aver chiuso da matricola più che degnamente (prima dell’arrivo della pandemia a bloccare i giochi in ogni dove) la stagione sportiva in Serie D.

Targa carica di buoni auspici al curriculum che sarà in quota al ventiduenne Alessandro Eleuteri, sambenedettese prodotto del vivaio juventino a poter già vantare diverse stagioni in Serie C come prorompente esterno destro a tutta fascia. Da una giovane promessa ad un’altra: tributata la famiglia dell’esterno offensivo Marco Olivieri, residente a Porto Sant’Elpidio, estremo del tridente d’attacco della Juventus Under 23 ad aver esordito di recente in Serie A in coda alla sfida contro il Genoa. Un velo di commozione è sceso poi al momento del ricordo di Mirko Tentella, sfortunato ragazzo sangiustese tifoso della Juventus, costretto alla mobilità in carrozzina e venuto a mancare lo scorso anno.

Oltre agli ospiti va senza dubbio citato il collegamento telefonico con l’ex direttore generale Luciano Moggi, dietro la scrivania dirigenziale juventina dal 1994 al 2006 (fino all’arrivo della vicenda giudiziaria nota come Calciopoli), che ha salutato positivamente l’iniziativa. A seguire il contributo audio inviato dal direttore sportivo bianconero Alessio Secco, uomo mercato al momento della ripartenza mossa nel segno della presidenza di Andrea Angelli. Infine, omaggio alla nostra redazione sportiva, con la maglia di Gonzalo Higuain, firmata da tantissimi tesserati juventini, donata da Romagnoli all’editrice Nunzia Eleuteri.

Un testo sulla Juventus non poteva di certo non considerare la sfida serale tra l’undici di Maurizio Sarri contrapposto alla Lazio, match proiettato durante la cena sul maxi schermo istallato ai bordi della sala all’aperto e seguito, manco a dirlo, con estrema attenzione dai tanti intervenuti fino al triplice fischio che ha sancito la vittoria bianconera per 2-1. Decisamente il modo migliore per mandare in archivio una piacevole serata nel segno di Paoloni-Romagnoli: binomio che considera la Juventus ben oltre una semplice squadra di calcio, decisamente una famiglia.

 

Ampia fotogallery

Giuseppe Moreschini, Giuliano Gubinelli e Stefano Tacconi

Il volume protagonista della serata

Il sindaco di Porto Sant’Elpidio, Nazareno Franchellucci

Il super tifoso della Juventus, e coautore del volume, Nazzareno Romagnoli

L’intervento di Andrea Putzu, ai vertici dello Juventus club rivierasco

Un momento dell’illustrazione di Paoloni

Una panoramica con gli ex elpidiensi in passato protagonisti in Serie A

La consegna della maglia a Gabriele Vesprini

Romagnoli ed il fratello dello sfortunato Mirko Tentella

Vesprini e l’esterno classe 1998 Alessandro Eleuteri

La premiazione di Angelo Castronaro

La premiazione di Gianpaolo Marini, presidente dell’Atletico Porto Sant’Elpidio

Stefano Tacconi

Simone Corradini di Cs Sport, l’amministratrice unica di Cronache Fermane, Nunzia Eleuteri e Stefano Tacconi

La targa celebrativa consegnata a Mirko Cudini

Stefano Tacconi tra Moreschini e Gubinelli

La premiazione al sindaco Nazzareno Franchellucci

Un colpo d’occhio sul tavolo dei relatori

La consegna della maglia a Cronache Fermane

Il dettaglio sulla maglia

L’intervento di Nazzareno Romagnoli

L’arrivo della torta a fine serata, con gli autori, il primo cittadino e l’ospite d’onore

Il saluto degli organizzatori alla mamma di Marco Olivieri, promettente esterno portoelpidiense in forza alle giovanili della Juventus e recentemente ad esordire in Serie A

 

 

Articoli correlati: 

La “prima volta” dei cuori bianconeri: arriva il libro di racconti juventini,il 20 luglio presentazione, cena e partita

 

Olivieri, che regalo di compleanno! Esordio in Serie A in Genoa-Juventus


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X