facebook twitter rss

Movida, scatta l’interforze in notturna:
identificazioni e sequestri di droga
Sedato un parapiglia tra ragazzini

COSTA - Unico neo, un parapiglia tra ragazzini, intorno all'1,40 in viale della Vittoria con due di loro, entrambi minorenni, tra i quali è volato qualche pugno. Immediato l'intervento della Polizia che ha identificato i ragazzi e riconsegnato ai genitori i due contendenti
Print Friendly, PDF & Email

di Giorgio Fedeli

Mezzanotte: scatta l’interforze. E la movida non degenera. Ieri notte, alla mezzanotte appunto, è scattato un servizio interforze, su input della prefettura con ordinanza del questore, che ha visto impiegate ben 10 pattuglie tra polizia di Stato, carabinieri, Polstrada e guardia di finanza. Per la precisione, cinque pattuglie della Questura di Fermo e una della polizia stradale, due dei carabinieri (che dalle 18 alla mezzanotte hanno anche effettuato dei controlli, a prescindere dall’interforze, sul rispetto delle disposizioni anti-Covid) e due della guardia di finanza (con un’unità cinofila). Un servizio interforze, si diceva, un dispiegamento ben visibile di divise.

Il tutto per far sentire, forte, la presenza dello Stato sulla costa fermana, a partire proprio dal lungomare sangiorgese, scenario, nelle ultime settimane, di risse, accoltellamenti e colluttazioni. E la presenza delle divise ha sortito il suo effetto. Nel corso della nottata, infatti, non si sono registrati episodi di violenza. Unico neo, un parapiglia tra cinque ragazzini, intorno all’1,40 in viale della Vittoria con due di loro, entrambi minorenni, tra i quali è volato qualche pugno. Immediato l’intervento della Polizia che ha identificato i ragazzi e riconsegnato ai genitori i due contendenti. Resta, però, la piaga dell’abuso di alcolici tra giovanissimi. Immagine ricorrente di un nuovo week end, di una nuova nottata di agosto, quella di ragazzini barcollanti accompagnati e assistiti da coetanei più sobri, forse anche per evitare ‘guai’ con le forze dell’ordine. Numerose le identificazioni e ci sono stati anche dei sequestri di piccoli quantitativi di hashish grazie al fiuto del cane Grant, con le persone trovate in possesso dello stupefacente che sono state segnalate alla Prefettura. In strada, infatti, anche un’unità della cinofila del Gruppo delle Fiamme gialle del comando provinciale di Fermo. Divise, si diceva. Ma non solo, nel senso letterario del termine. Sì perché ieri notte, oltre alle Volanti, tra chalet e locali notturni, una decina quelli controllati, si sono visti anche gli agenti della Squadra Mobile e della sezione amministrativa della Questura. I controlli, infatti, non erano tesi solo a stoppare sul nascere qualsiasi episodio di violenza o illegalità ma anche a verificare il rispetto delle normative anti-Covid e dell’ordinanza del sindaco Nicola Loira, nel caso di Porto San Giorgio, che vieta la vendita e la somministrazione di alcolici a minorenni. Un ‘fronte’ istituzionale interforze che, spaziando dalla strada alla spiaggia, ha sortito l’effetto sperato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X