facebook twitter rss

Tagli sul costo del lavoro, Putzu (FdI):
“Il Pd la smetta con passerelle e promesse,
mettano una pezza al danno che hanno creato”

CRITICA - Il candidato alle elezioni regionali per FdI: "Nonostante le richieste di allargare questa misura alle Marche, per ora è stata inclusa l'Umbria. Allora che fa il Pd? Organizza un incontro a Fermo col ministro per il sud Provenzano che non si presenta"
Print Friendly, PDF & Email

“Credo che ci voglia un bel coraggio a comportarsi come gli esponenti del Pd. La vicenda del taglio del 30% sul costo del lavoro per le imprese del centro-sud, decisa dal Governo, è incredibile. E’ una misura, come hanno detto sin dal primo giorno tutti gli imprenditori e le associazioni di categoria, che ucciderebbe le aziende marchigiane. Nonostante le richieste di allargare questa misura alle Marche, per ora è stata inclusa l’Umbria, ma non la nostra regione. Allora che fa il Pd? Organizza un incontro a Fermo col ministro per il sud Provenzano che si intitola ‘Estensione dei provvedimenti per gli investimenti al sud alle aree di crisi’. Invitano tutte le associazioni di categoria, che si presentano, aspettando di sentirsi dire che gli sgravi fiscali sono stati previsti anche per i nostri distretti in grave difficoltà. Invece il ministro non si presenta“. E’ l’affondo contro i dem di Andrea Putzu, candidato alle elezioni regionali per Fratelli d’Italia, responsabile nazionale FdI piccoli Comuni e consigliere comunale di Porto Sant’Elpidio.

“Arriva la sottosegretaria Morani che promette un po’ di tutto – incalza Putzu – mette insieme ricostruzione post sisma, imprese, fondi europei, alla fine, leggendo quello che ha dichiarato, l’unica cosa che si capisce è ‘l’importante è che nelle Marche non vinca la destra’.
Il contentino lo dà il senatore Verducci che si impegna a presentare un emendamento per estendere gli sgravi fiscali alle aree di crisi marchigiane, sperando che prima o poi venga approvato in Parlamento. Come contorno, i vari Cesetti, Canigola e Alessandrini dichiarano tutti che lasciar fuori le Marche dagli sgravi sul costo del lavoro sarebbe un disastro.
E’ insopportabile prendere politicamente in giro i cittadini in questo modo. E’ ora che il Pd la smetta di fare una finta opposizione a se stesso per salvare la faccia. Stanno al governo, il loro governo ha approvato una misura che per le Marche sarà catastrofica, la smettano con le passerelle e le promesse e mettano una pezza ad un danno che loro hanno creato e che taglierebbe le gambe alle aziende marchigiane”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X