facebook twitter rss

Giornata nazionale del personale sanitario,
la presidente Calcagni:
“Impegno, professionalità, sacrificio”

LA PRESIDENTE ANNA MARIA CALCAGNI "Per Il lungo periodo della pandemia, tra l’altro ancora presente, da una prima fase di grande attenzione al personale sanitario definiti addirittura” Angeli” si è passati ad una rassegnazione e a volte ad una conflittualità per cui il personale sanitario sta raggiungendo il massimo dello stress fisico e psicologico e non si vede via di uscita"
Print Friendly, PDF & Email

 

Nella data odierna, 20 gennaio, ricorre si svolge la solennità civile istituita con la legge 155/2020 la Giornata Nazionale del personale sanitario,  sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato. La giornata vuole onorare il lavoro, l’impegno, la professionalità ed il sacrificio dei “camici bianchi”. 

“Mai come in questo periodo di pandemia da Covid 19 – spiega la presidente dell’Ordine Anna Maria Calcagni –  è importante riflettere ed essere vicini a queste persone che sono stati più che operatori sanitari in prima linea, quella parte di umanità esposta a costante pericolo per la propria vita e per quella delle proprie famiglie. Sono stati gli unici sostenitori possibili della precarietà abbandonata a se stessa, senza affetti e consolazioni; chiamati ad essere dispensatori di empatia, di parole confortanti, di sguardi rassicuranti che valessero più di mille parole, dispensatori di compagnia. Chiamati ad adottare un padre, un figlio, un fratello, per condurli con amore fino alla guarigione o all’inevitabile morte. Un ruolo al quale non erano stati preparati pienamente nel loro percorso formativo. Hanno fatto appello a quella umanità sommersa dall’aridità imperante”.

Presidente Calcagni che aggiunge: “Per Il lungo periodo della pandemia, tra l’altro ancora presente, da una prima fase di grande attenzione al personale sanitario definiti addirittura” Angeli” si è passati ad una rassegnazione e a volte ad una conflittualità per cui il personale sanitario sta raggiungendo il massimo dello stress fisico e psicologico e non si vede via di uscita. Non potendo fare manifestazioni in presenza chiedo a tutti un momento di raccoglimento per non dimenticare tutti i professionisti specie quelli che sono scomparsi a causa del contagio nello svolgere la professione.
A livello nazionale sarà organizzata una manifestazione a Roma e a Codogno città simbolo dell’epidemia con la partecipazione delle massime cariche dello stato e dei rappresentanti europei che può essere seguita in streaming sul portale della Fnomceo www.fnomceo.it”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti