facebook twitter rss

Tra la Spada maschile il successo del fermano Scordi

SCHERMA - Ultima giornata di qualificazioni ai Campionati Italiani Assoluti quella andata in onda quest'oggi ad Ancona. PalaScherma confermata sede di sfide riferite alle tre armi, a sancire il successo del portacolori dell'Accademia Scherma Fermo davanti a Pedone, del Club Scherma Pesaro. Entrambi hanno dunque maturato il pass per la disputa della prestigiosa kermesse a tinte tricolori
Print Friendly, PDF & Email

ANCONA – Ultimo weekend di gare al Palascherma, in vista dell’inizio dei Campionati italiani.

Stavolta a incrociare le armi sono stati gli atleti della categoria Assoluti che, in caso di qualificazione, potranno incontrare in pedana i più grandi schermidori del nostro paese, spesso protagonisti di grandi risultati anche a livello internazionale. Anche in questa occasione grande rigore è stato osservato dall’organizzazione delle gare, nel rispetto di tutte le regole di sicurezza previste dal protocollo F.I.S. e dalle norme governative. In palio stavolta 29 posti, suddivisi nelle sei armi, per la qualificazione al massimo campionato.

L’importante evento agonistico ha avuto inizio sabato mattina con le prove di Spada maschile. Primo classificato è risultato Silvio Scordi dell’Accademia della Scherma Fermo davanti a Mattia Pedone del Club Scherma Pesaro, entrambi qualificati al campionato Nazionale (foto). Sul podio anche Giovanni Gambitta del C.S. Ancona e Federico Barboni del C.S. Jesi, terzi a pari merito. Unico qualificato, per la disciplina della Sciabola Maschile, Mattia Scarpetti del Fanum Fortunae Scherma.

Erano 13, invece, i posti riservati all’Arma di Fioretto maschile per la qualificazione al Campionato Italiano. Il gradino più alto del podio è stato conquistato da Leonardo Pieralisi del Club Scherma Jesi, seguito da Raian Adoul del Club Scherma Ancona. Terzi classificati, pari merito, Enrico Giovanni Lauria del Club Scherma Ancona e Matteo Bartozzi del Club Scherma Jesi. Qualificati al massimo campionato anche: Antonio Romano Gai (C.S. Pesaro), Lorenzo Pantanetti (C.S. Ancona), Marco Vannucci (C.S. Jesi), Giacomo Gancitano (C.S. Ancona), Simone Santarelli (C.S Jesi), Andrea Nigosanti (C.S. Pesaro), Francesco Vannucci (C.S. Jesi), Francesco Zechini (C.S. Ancona) e Marco Proietti (C.S. Ancona).

Suggestiva nota di colore è stata la premiazione di Giorgio Silvestrini del Club Scherma Fabriano, classe 1941 a cui, dopo aver partecipato alla gara di Spada, è stata consegnata una coppa con la dedica: “Con sincera ammirazione a Giorgio, quando la passione sconfigge l’età”. Una dimostrazione che la Scherma è una disciplina di vita, ancor prima che uno sport, e non conosce limiti anagrafici.

La domenica si è aperta con le gare di Spada femminile che hanno visto la vittoria della giovanissima (2006) Alice Armezzani del Club Scherma Fabriano davanti a Sara Pintucci del Club Scherma Recanati. Entrambe hanno conquistato la qualificazione ai campionati italiani. Terze qualificate pari merito Giulia Francolini e Sara Tonelli del C.S. Fano.

Pomeriggio dedicato alle prove femminili di Fioretto, che davano diritto a 10 posti per le qualificazioni al Campionato Nazionale. Matilde Calvanese del Club Scherma Jesi si è aggiudicata il podio davanti a Giada Pianella del Club Scherma Ancona. Terze classificate Benedetta Pantanetti del C.S. Ancona e Rossolini Maria Angelica del C.S. Jesi. Oltre a loro avranno diritto di partecipare al Campionato Italiano Sofia Giordani del C.S. Jesi, Maria Alessia Sorini del C.S. Jesi, Giulia Carlotti del C.S. Pesaro, Alice Gambitta del C.S. Ancona, Lucrezia Cantarini del C.S. Jesi e Camilla Vaccarini del C.S. Osimo.

Dal Comitato regionale Marche della F.I.S. un doveroso plauso all’agli organizzatori per l’impegno profuso in queste tre settimane consecutive di gare regionali e a tutti gli atleti qualificati, gli auspici migliori per la prossima partecipazione al Campionato Italiano Assoluti.

 

Articoli correlati: 

Tra i Giovani della scherma il successo nella spada del fermano Sordi

Al PalaScherma le prove di qualificazione per il Campionato Italiano, sulla pedana di gara le tre armi ed un pizzico di fermanità


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti