facebook twitter rss

Sofia Giacomoni presenta il suo secondo libro: “E’ successo così che mi hai salvata”

FALERONE - Dal 27 aprile in formato digitale ma presto sarà nelle librerie indipendenti e cartolibrerie delle province di Fermo e Macerata, dove l'autrice organizzerà, Covid permettendo, presentazioni e incontri coi lettori.
Print Friendly, PDF & Email

Ha 27 anni, è di Falerone, è laureata in “Teorie, Culture e Tecniche del Servizio Sociale” ed è appassionata di lettura e scrittura: è Sofia Giacomoni.

Nel 2017 pubblica il suo primo romanzo “Vorrei ripartire dalla felicità” in cui affronta il tema dell’anoressia come problema emotivo più che fisico. E ora è la volta di “E’ successo così che mi hai salvata”, sua seconda opera, disponibile online su Leucotea.it e, a breve, sugli scaffali delle librerie locali.

Una storia nata durante il lockdown del 2020: la scrittura come rifugio e la fantasia come ali per volare altrove, in un altro mondo dove la paura era il contrario del coraggio di credere nei propri sogni. Fuori dalla finestra l’apocalisse, il rischio di morire, nuove abitudini forzate… e, dentro la sua camera da letto, dentro al suo PC, parole di vita semplice, comune, di normalità, di possibilità di viaggiare, di trasferirsi in Francia, di abbracciare chi piange, di prendere in mano la propria vita. Prima di pubblicare questa storia, l’autrice l’ha raccontata a se stessa per non pensare, per non stare ferma, per non sentirsi in carcere dentro le mura di casa sua, per lavorare, per raggiungere altre persone che non poteva incontrare e chissà quando avrebbe potuto…

“È successo così che mi hai salvata” potrebbe avere un target di lettori dai venti ai trent’anni, ma in realtà è un libro per tutti perché, in fondo, ognuno mette un po’ di sé in ciò che legge e ogni lettore riscrive così l’opera, dando la possibilità all’autore di scoprire qualcosa di nuovo su di essa o su se stesso. Scrivere e leggere non sono attività individuali, secondo Sofia. Ciò che fa crescere sta nell’incontro, nella condivisione, nei feedback, nel raccontarsi quanto nel sapersi mettere nei panni degli altri. Si cresce con gli scambi, con le relazioni.

Sofia racconta che, sin da piccola, si relaziona più facilmente scrivendo e, così, oggi per la seconda volta, condivide con tutti una storia che nasce rileggendo pagine di un diario di viaggio, che le hanno ispirato il racconto di una coppia di artisti, Maddalena ed Emanuele, in viaggio verso Parigi per scommettere su se stessi e sui loro sogni, nascondendo la paura di fallire e concentrandosi sul desiderio di riscatto.

La vita, dicono, non regala nulla, ma a chi persevera, a chi studia, a chi lotta, a chi si fa trovare pronto, prima o poi arriva l’occasione giusta. La paura di fallire può darci la tentazione di scappare, ma è proprio quello il momento di diventare grandi, di imparare a rischiare, di scommettere su se stessi e, a quel punto, di non accontentarsi d’altro che della vittoria.

Le relazioni a volte ci sostengono e altre tirano fuori i nostri limiti, difetti e insicurezze. Maddy e Manu vivono dinamiche comunissime: complicità e passione, incomprensioni e solitudine, essere squadra ed appoggiarsi l’uno all’altra. Poi, si sa, incontrare persona giusta, al momento giusto, può dare la lezione più importante che si deve imparare e aiutare a mettere in atto quel cambiamento per cui si è pronti in un dato momento della vita. Nel diario di viaggio la protagonista racconta tutto ciò che accade fuori e dentro sé e il lettore lo vive quasi contemporaneamente a lei, sentendo le sue gioie e i suoi dolori, l’amore come lo sconforto, la vergogna del passato come la paura del futuro, la passione che dà vigore nel presente, sorprese, shock, eccitazione e molto altro. Entrambi i ragazzi verranno messi alla prova su diversi fronti e dovranno affrontare sfide sia comuni che personali… e quando tutto va diversamente da ciò che si era immaginato, cosa si fa esattamente?

Si potrà scoprire leggendo…

Sofia Giacomoni, spera, infatti, attraverso i suoi libri, di riuscire a emozionare, intrattenere, aiutare il lettore a riscoprirsi, ad amarsi e accettarsi.

 

Spazio promoredazionale

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti