facebook twitter rss

Vaccini, il punto sangiorgese entra nel circuito regionale: cambia il sistema di prenotazione

P.S.GIORGIO - A tre settimane dalle prime vaccinazioni, è stato fatto il punto nella sede della Croce Azzurra, alla presenza del sindaco Loira, del consigliere regionale Marco Marinangeli e del presidente della Croce Azzurra, Gilberto Belleggia. Per accedere al servizio occorrerà prenotare tramite la piattaforma regionale.
Print Friendly, PDF & Email

di Sandro Renzi

A tre settimane dall’avvio del servizio, Loira, Marinangeli e Belleggia sono tornati dietro alla stessa scrivania per fare il punto sulle vaccinazioni a Porto San Giorgio. E le novità non mancano. Quella più importante è senz’altro legata al passaggio di rango del punto vaccinale rivierasco. Oggi infatti quello di Porto San Giorgio è a tutti gli effetti uno dei punti di vaccinazione di prossimità a cui la Regione si affiderà per implementare la campagna delle somministrazioni in funzione delle dosi che verranno consegnate all’Italia. “Obiettivo raggiunto -dice con soddisfazione Gilberto Belleggia, presidente della Croce Azzurra e referente di Azzurra Servizi- questo significa che se prima si poteva prenotare il vaccino attraverso il numero di telefono messo a disposizione dalla Croce Azzurra, a partire da oggi si farà attraverso il portale regionale che si appoggia alla piattaforma di Poste italiane”.

A dare la disponibilità iniziale sono stati una ventina di medici di base e pediatri che operano in città. “A loro, i dottori Frastalli, Sistilli, Marini, Toccacieli, Fazio, Taborroni, Sermarini, Santucci, Pallotti, Magnaguadagno, Monaldi, Medori, Petrozzi, D’Errico, Uliassi, Pinto, Mochi, Gironacci, Federici va il mio ringraziamento” ha aggiunto Belleggia. Un percorso quello avviato solo un mese fa non semplice e che ora deve fare i conti con la penuria di dosi. “Situazione che ci ha messo nella condizione di restare aperti solo 4 giorni a settimana per tre ore ogni volta. Speriamo che si sblocchi quanto prima l’arrivo di altre dosi”. E soddisfatto è anche il consigliere regionale della Lega, Marco Marinangeli. “Con questo riconoscimento possiamo contribuire a snellire altre situazioni e in proiezione raggiungere l’obiettivo centrale del Governo, ovvero la vaccinazione di massa. Ci siamo presi un impegno, far partire il punto di vaccinazione, c’è stato un rallentamento, anche dopo le dimissioni di Livini, ed oggi rispettiamo questo impegno. Tutto è stato possibile per la disponibilità della Croce Azzurra e dell’Azzurra Servizi che hanno messo a disposizione struttura e personale infermieristico e amministrativo. Ma un ringraziamento va anche ai medici che hanno aderito e all’assessore regionale Saltamartini. Questo è l’aspetto positivo e costruttivo della politica con la p maiuscola quando si guarda all’interesse della comunità”.

Anche il sindaco Nicola Loira rimarca su quest’ultimo aspetto. “Ci siamo ritrovati sul fatto che questa non era una questione campanilistica ma dovevamo mettere nella condizione migliore i cittadini di Porto San Giorgio e del fermano di accedere al servizio. Oggi abbiamo un riconoscimento formale, nel momento in cui si dovrebbe partire in maniera massiva. Abbiamo trovato in questo luogo ed in questa struttura quell’elemento che ci faceva chiudere il cerchio. E’ stata una partenza sofferta, ma adesso siamo certi di trovarci pronti nel momento in cui si procederà ad una vaccinazione di massa”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti