facebook twitter rss

Dalla Finale all’alba, il prefetto Filippi: “Massima responsabilità, controlli su ordine pubblico e anti-Covid”, ordinanze dei sindaci sugli alcolici

RACCOMANDAZIONI dalle istituzioni del territorio, con in testa il prefetto Filippi, per evitare degenerazioni e situazioni che possano favorire la diffusione del Covid. Calcinaro: "Attenzione non solo questa sera ma tutti i giorni". A Porto San Giorgio no al maxi-schermo in piazza, Loira: "Non è la scelta migliore"
Print Friendly, PDF & Email

 

Il Prefetto Vincenza Filippi

di Giorgio Fedeli

“Assumiamo tutti dei comportamenti tesi alla massima responsabilità. Il futuro è nelle nostre mani”. Con queste parole il prefetto di Fermo, Vincenza Filippi, si rivolge al Fermano. Un invito, se circoscritto alla serata odierna, a godersi sì la finale degli Europei, che questa sera alle 21 vedrà impegnata la Nazionale italiana, ma senza assumere, durante il match e nella nottata da post-partita, a prescindere dal risultato, comportamenti che possano minare la sicurezza pubblica, sia sul fronte contagi e diffusione del Covi, sia su quello più legato a vandalismo e a qualsiasi situazione che possa compromettere l’ordine pubblico.

“Venerdì si è svolto un Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, appunto – ricorda il prefetto – a cui hanno preso parte, oltre alle forze dell’ordine, anche i sindaci di Fermo, Porto Sant’Elpidio e Porto San Giorgio. In quella sede ho chiesto loro di adottare delle ordinanze con restrizioni sulla vendita e somministrazione di bevande alcoliche, ordinanze che sono state adottate puntualmente. Più in generale si è voluto sensibilizzare tutti i sindaci su misure precauzionali per questa sera ribadendo l’impegno delle forze di polizia statali e locali nei controlli. Le ordinanze sono tese a limitare eventuali comportamenti, magari condizionati dall’eccessiva assunzione di alcolici, soprattutto tra i giovani, che possano sfociare in situazioni e atteggiamenti, diciamo sopra le righe, turbando così l’ordine pubblico. E’ compito delle istituzioni richiamare tutti alla cautela anche perché sul fronte sanitario, con il Covid, non siamo ancora usciti dal guado. E’ responsabilità di ognuno di noi, singoli e in collettività, evitare in ogni modo una recrudescenza del virus che avrebbe ripercussioni sia sul fronte sanitario che su quello socio-economico. Dobbiamo tutti favorire la ripresa e il ritorno alla normalità anche delle attività scolastiche, ne va del futuro dei nostri giovani. Ecco perché le regole vanno rispettate, oggi, questa sera, sempre”.

Paolo Calcinaro

“Responsabilità, sempre” anche per il sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro che ‘supera’ la serata da finale e da post-partita. “I comportamenti corretti e rispettosi non servono solo questa sera ma sempre. Ho visto che lungo la riviera proliferano ‘discoteche’. A livello nazionale si discute, giustamente, quando riaprirle ma qualcuno – la critica di Calcinaro – ha già anticipato. Dobbiamo tenere la guardia sempre alta, tutti i giorni, tutte le notti. Ci preoccupiamo, giustamente, degli eventuali assembramenti post-partita ma poi vedo storie sui social che dovrebbero far gridare allo scandalo. Il sabato si balla con le cubiste in barba alle norme e al sacrificio di tanti”.

In diversi Comuni i cittadini potranno seguire le gesta sportive degli Azzurri dai maxi-schermi, ovviamente autorizzati nel rispetto delle distanze interpersonali. Non a Porto San Giorgio, però, dove il sindaco Nicola Loira ha deciso per il ‘no’ perché per il primo cittadino “non è la scelta migliore”.

Nicola Loira

“La Nazionale di calcio è in finale ai campionati europei: in molti ci speravamo, in pochi ci credevano. Tra questi, nella nostra città, gli esercenti pubblici e i concessionari di spiaggia che fin dall’inizio della competizione hanno organizzato i loro spazi per la visione delle partite su schermi e maxi televisori. In molti mi chiedono di permettere una visione collettiva della finale in piazza, che poi tanto collettiva non può essere perché le attuali normative consentono solo posti seduti e limitati. Ci ho pensato e ritengo che in una città come Porto San Giorgio, non circoscrivibile in una piazza, ma che vive delle tante imprese (bar, gelaterie, pizzerie, chalet…) disseminate su tutto il territorio comunale da nord a sud, che in questo momento particolare ne rappresentano l’economia, non sarebbe stata la scelta migliore. Penso che anche così si sostengono le nostre imprese. Forza Azzurri e forza Porto San Giorgio”.

Il sindaco Nazareno Franchellucci

Da Porto San Giorgio a Porto Sant’Elpidio dove il sindaco Nazareno Franchellucci invita tutti a evitare eccessi: “Questa sera ci auguriamo tutti che accada ciò che potete ben immaginare. Ma ciò che veramente non può e non deve accadere è che una festa, o una delusione, lo sport è anche sconfitta, si trasformi in una valida occasione per devastare, rompere, imbrattare ed avere atteggiamenti personali pericolosi per se stessi e per gli altri. Quindi questa sera forza Azzurri con tutte le nostre forze. Ma facciamo che, comunque vada, prevalga l’educazione ed il rispetto delle cose pubbliche e di chi abbiamo vicino ed assicuriamoci che tutto questo sia rispettato da noi e dai nostri figli”.

Finale degli Europei, Comitato Ordine e Sicurezza in Prefettura: “Massima attenzione contro la diffusione del virus”

“Sicurezza urbana, ecco i dettagli dell’ordinanza sugli alcolici in vigore dalle 23”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti