facebook twitter rss

Passaggio al Comune del cineteatro Gigli, Langiotti (Pd): “Il centro di Porto Sant’Elpidio sta tornando a vivere e ad avere una identità”

PORTO SANT'ELPIDIO - "Dopo anni di grande impegno questa amministrazione sta dando un “centro” alla nostra città - prosegue il segretario Pd -  abbiamo cominciato col rifacimento di via Cesare Battisti, per la quale c'era stata la strenua opposizione delle forze di minoranza, che, invece, nell'ultimo consiglio comunale, quello del 23 dicembre scorso, ci ha riconosciuto il merito di aver saputo interpretare la destinazione di quello spazio
Print Friendly, PDF & Email

 

 

“Il 23 dicembre scorso l’amministrazione comunale ha sottoscritto difronte al notaio il passaggio dell’ex cineteatro Beniamino Gigli. Questa importante struttura, al centro della città è ora un edificio pubblico a disposizione di tutti”. Cosi il segretario cittadino del Partito Democratico di Porto Sant’Elpidio Mariano Langiotti esprime soddisfazione sull’importante operazione che riguarda uno degli edifici simbolo della città. 

“Dopo anni di grande impegno questa amministrazione sta dando un “centro” alla nostra città – prosegue il segretario Pd –  abbiamo cominciato col rifacimento di via Cesare Battisti, per la quale c’era stata la strenua opposizione delle forze di minoranza, che, invece, nell’ultimo consiglio comunale, quello del 23 dicembre scorso, ci ha riconosciuto il merito di aver saputo interpretare la destinazione di quello spazio; abbiamo proseguito con Piazza Garibaldi, Via principe Umberto e via Leopardi; ora ci apprestiamo a riqualificare lo spazio e la struttura del mercato coperto. Il Beniamino Gigli sarà uno spazio culturale, dove si trasferirà a breve la biblioteca comunale e ci sarà una biblioteca più bella, più grande e moderna; al piano terra del Polo Culturale Beniamino Gigli si allestirà una sala polifunzionale capace di ospitare mostre, convegni e altre attività aggregative.
Per la parte commerciale si valuteranno proposte che siano confacenti agli indirizzi che questa amministrazione si è posta, per far sì che l’edificio possa essere fruito a trecentosessanta gradi e Piazza Garibaldi sia un luogo che tutti possano godere a pieno. Come segretario del Partito Democratico, posso dire che dopo 70 anni di autonomia il centro di Porto Sant’Elpidio sta tornando a vivere e, soprattutto ad avere una identità. Non ci siamo certo scordati di tutti gli altri quartieri dove sono state stanziate risorse per il piano asfalti, il rifacimento dei marciapiedi o la riqualificazione di spazi. Il centro cittadino è importante, ma la qualità della vita dipende dalla cura di tutto il tessuto urbano”.

L’ex cineteatro Gigli è pubblico, firmato l’atto. Franchellucci detta il cronoprogramma


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti