facebook twitter rss

Pedaso, auto della Polizia municipale in fiamme: i carabinieri di Fermo identificano il piromane

PEDASO - Si tratta di un ragazzo di origine nordafricana di circa 30 anni residente nella stessa cittadina, già noto alle forze dell’ordine. L'uomo si sarebbe procurato la benzina al distributore self-service per poi raggiungere via Roma e appiccare l'incendio. Sono in corso approfondimenti per comprendere, nel dettaglio, le reali motivazioni alla base del gesto
Print Friendly, PDF & Email

Gli uomini del nucleo operativo e radiomobile della compagnia carabinieri di Fermo e quelli della stazione carabinieri di Pedaso sono riusciti, in brevissimo tempo, a dare un volto all’autore del violento incendio che la sera di lunedì scorso ha completamente distrutto un’autovettura del comune di Pedaso, danneggiando seriamente anche un secondo veicolo in dotazione a quel comando di Polizia Locale (leggi il nostro articolo e guarda il video dell’incendio).

L’evento delittuoso ha suscitato vivo sconcerto tra la cittadinanza, anche per via del concreto pericolo che le fiamme, tempestivamente domate dai vigili del fuoco di Fermo, potessero propagarsi alle vicine abitazioni arrecando danni anche più ingenti, e ripercussioni sulla incolumità di eventuali passanti. Mentre i vigili del fuoco provvedevano ad estinguere le fiamme ed a mettere in sicurezza il luogo dell’incendio, i carabinieri del Norm di Fermo e della stazione di Pedaso, coordinati dal Tenente Colonnello Gismondi e sottotenente Luciani, avviavano i tempestivi accertamenti del caso finalizzati all’identificazione dell’autore di quel gravissimo gesto.

Le serrate indagini, nel volgere di poco meno di un giorno, hanno permesso di suffragare quella che, sin da subito, era stata l’ipotesi più accreditata sull’origine dell’incendio, quella del dolo, sebbene sul luogo dell’evento non fossero state rinvenute chiare tracce di materiale infiammabile o acceleranti.

I militari, attraverso un lavoro certosino ed ininterrotto, hanno raccolto testimonianze ed acquisito le immagini degli impianti di videosorveglianza della zona, sia pubblica che privata, riuscendo a ricostruire tutte le fasi che il “piromane” aveva seguito per realizzare il suo piano. Sono così risaliti al distributore di carburante ove costui si era procurato, al self-service, la benzina utilizzata poi per appiccare le fiamme, riempiendo un contenitore in plastica. Hanno ripercorso, passo dopo passo, l’intero tragitto che l’uomo ha compiuto per raggiungere piazza Roma, luogo in cui ha rovesciato la benzina sotto una delle due autovetture, poi appiccandovi il fuoco.

I carabinieri, così, hanno stretto il cerchio intorno ad un giovane, già noto alle forze dell’ordine. Gli elementi acquisiti nelle ore successive dai militari, ma soprattutto la loro profonda conoscenza delle dinamiche criminali e delle persone gravitanti nel territorio, hanno consentito di dare un volto al responsabile dell’incendio, individuato nella persona di un ragazzo di origine nordafricana di circa 30 anni residente nella stessa cittadina, che dopo il fatto si era reso irreperibile.

Gli uomini dell’Arma, però, sono riusciti a scovarlo in un’abitazione nella provincia di Ascoli Piceno, ove alcuni connazionali gli avevano dato ospitalità, ed a sottoporlo a perquisizione personale e locale, in esecuzione di un decreto emesso dalla procura della repubblica di Fermo, che aveva condiviso le iniziali risultanze investigative refertate dai militari.

Sulla base di tutti gli elementi raccolti, il giovane è stato deferito in stato di libertà per il reato di danneggiamento seguito da incendio e, messo di fronte alla validità degli indizi emersi a suo carico, ha potuto solo ammettere le sue responsabilità per l’evento delittuoso. Sono in corso approfondimenti per comprendere, nel dettaglio, le reali motivazioni alla base del gesto. L’ottimo risultato di servizio conseguito dagli uomini della compagnia carabinieri di Fermo è stata la pronta, efficace ed adeguata risposta fornita dall’Arma, all’esigenza di sicurezza dei cittadini di Pedaso, per un fatto che ha così fortemente scosso la popolazione. La sicurezza dei cittadini, non a caso, è la priorità assoluta per la benemerita, anche nella provincia di Fermo.

 

Articolo correlato:

Due auto a fuoco vicino al Comune, una è della Polizia municipale (Video e Foto)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti