Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Spazio disponibile
facebook twitter rss

L’impresa non riesce, Pesaro espugna la “Bombonera”: la Sutor saluta i playoff

SERIE C GOLD  - In finale ci va il Pisaurum, lesto ad imporsi in terra veregrense per 54-72. Primo quarto horror per i ragazzi di coach Patrizio, imbrigliati nella difesa a zona altrui, poi i gialloblù sono venuti fuori recuperando un -17 portandosi ad 8 punti di distanza. Nel periodo migliore, Rupil è dovuto uscire per un infortunio: assenza pesante che ha spianato la strada al ritorno ospite. Al termine tanti applausi per i sutorini, protagonisti di una stagione di livello, che ha riportato entusiasmo e  voglia di basket in tutta la città

 

MONTEGRANARO – Era una partita dentro o fuori per la Sutor e il risultato finale decreta che la squadra di Montegranaro dovrà abbandonare il sogno promozione.

Sconfitta per 54 a 72 contro un’ottima Pisaurum Basket, squadra che nelle due sfide playoff ha dimostrato maggiore qualità e più esperienza rispetto ai veregrensi, che però anno venduto cara la pelle. Dopo un primo quarto horror per i ragazzi di coach Patrizio, i quali hanno faticato tantissimo a fare canestro, imbrigliati nella difesa a zona dei pesaresi, i gialloblù sono venuti fuori piano piano, recuperando un -17 portandosi, nel terzo quarto, a 8 punti di distanza.

Ma nel periodo migliore, la sfortuna ha voluto che Rupil è dovuto uscire per un infortunio: un’assenza pesante per i veregrensi che hanno subito il ritorno della Pisaurum trascinata dalle giocate di Bini e di Giunta. Al termine del match, tanti applausi del pubblico della Bombonera per i ragazzi di coach Patrizio che, nonostante l’uscita dalle fasi playoff, hanno comunque fatto una stagione di livello, riportando l’entusiasmo e la voglia di basket a tutta la città.

IL TABELLINO

SUTOR MONTEGRANARO 54: Lupetti 8, Verdecchia, Malvestiti, Falzon 19, Facciolà 3, Migliorelli, Mentonelli 3, Merlini 5, Barbante 6, Mariani, Mandozzi, Rupil 10. All. Patrizio

PISAURUM PESARO 72: Bini 17, Bianchi 7, Gnaccarini 2, Clementi 6, Giunta 16, Vichi 10, Cardellini 7, Beligni 7, Cecchini, Komolov. All. Surico

PARZIALI: 6-21, 24-36, 42-55

NOTE: Tl: Sutor 6/15, Pesaro 14/19. Tiri da tre punti: Sutor 4/25, Pesaro 6/17. Rimbalzi: Sutor 46, Pesaro 43

LA CRONACA

La posta in gioco è alta, l’emozione è tanta e si vede nei primi minuti: molte palle perse e imprecisione al tiro, da una parta e dall’altra. La prima a scrollarsi di dosso la tensione è Pesaro che si porta avanti nel punteggio, con la Sutor che ci mette quasi 7 minuti a realizzare il primo canestro della gara, imbrigliata nella difesa a zona degli ospiti che concedono molti tiri da tre e poche penetrazioni. A 3.31 dal termine del primo periodo, la Pisaurum conduce 13 a 4, trascinata da un Bini in grande spolvero. I gialloblù ci provano ma si espongono a pericolosi contropiedi e i locali sono bravi a sfruttare il momento prolifico, chiudendo il primo quarto 21-6.

I ragazzi di coach Patrizio provano la scalata ma Pesaro continua a difendere forte sotto canestro. Prima la tripla di Falzon, poi quella di Mentonelli ridanno vigore ai veregrensi, anche se a 4.40 dal termine del primo tempo la Pisaurum conduce 30-15. Sale in cattedra Giunta per gli ospiti, mettendo a segno canestri di estrema fattura, mentre dalla parte opposta è Falzon a tirare la carretta. Il primo tempo termina con il punteggio di Sutor 24 Pesaro 36.

I veregrensi escono dallo spogliatoio più aggressivi, ma quando il tabellone segna 7.32 arriva la doccia fredda con l’infortunio accorso a Rupil che deve abbandonare il match. I giocatori di Patrizio subiscono il contraccolpo, ma sono bravi a ricompattarsi presto ed a tenere il match ancora vivo. Il canestro di Merlini a un minuto dal termine del terzo quarto porta lo svantaggio della Sutor sotto le due cifre, ma Bini non ci sta e spara subito la tripla del +11. Il terzo quarto finisce 42-55.

L’ultimo periodo inizia con i lampi di classe di Alessandro Bini che mette una tripla in step back e serve l’assist no look per il +16 Pesaro (44-60). Ospiti che con il canestro di Beligni trovano il massimo vantaggio fino a quel momento (44-63) e provano a chiudere definitivamente il match con la tripla di Cardellini a 6 minuti dal termine. Partita che non ha più nulla da segnalare, solo quache bel canestro del giovane Barbante che però non evita un passivo pesante, con Pisaurum che espugna la Bombonera per 72 a 54.

 

Articolo correlato: 

Inizio di playoff amaro per la Sutor, battuta in esterna dal Pisaurum


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti