Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook twitter rss

Avanti Montegranaro attacca amministrazione e maggioranza su mutui, progetti e servizi: «Quante carenze»

MONTEGRANARO - Il gruppo di opposizione:  «L’amministrazione Ubaldi ha dimostrato di essere in linea con l’operato dei loro simili in Regione, “non faccio e quindi non sbaglio”, con una totale non gestione dei fondi che fa ricadere le Marche, e Montegranaro, in un presente bloccato senza prospettive di futuro»

«Il Consiglio comunale di giovedì 20 aprile ha offerto ancora una volta un triste spettacolo da parte della maggioranza che non riesce proprio ad esercitare il ruolo che le compete con serenità ed equilibrio.  Anziché discutere dell’azione amministrativa, rispettando il ruolo di controllo e critica della minoranza, non perde occasione, pur di non entrare nel merito delle questioni sollevate, di denigrare i consiglieri, interrompendo in malo modo gli interventi non graditi ed interpretando a piacimento il regolamento». Sono le accuse mosse dal gruppo di minoranza Avanti Montegranaro che torna a puntare l’indice sul comportamento della maggioranza.

«Intemperanze e scorrettezze tuttavia non ci impediscono di portare alla luce l’inefficacia dell’amministrazione Ubaldi sotto il profilo della progettualità e delle risposte concrete ai cittadini. È stato presentato il piano di rinegoziazione dei mutui, che l’amministrazione ha scelto di seguire. Un piano inaccettabile, che libera alcune somme di denaro nell’immediato, ma scarica nelle amministrazioni future il peso di questa scelta. Tale rinegoziazione può essere divisa in due fasi, una prima dove si avrà un iniziale abbassamento delle rate. Abbassamento temporaneo, che durerà il tempo di qualche consiliatura. Nella seconda fase invece – incalzano da Avanti Montegranaro – le rate aumenteranno nuovamente, ed anzi raddoppieranno per coprire le somme non versate nella prima fase. Questa è una chiara scelta politica di scaricare la patata bollente a chi verrà nel futuro e levarsi da tale responsabilità, facendosi invece paladini di un risparmio odierno ed un avanzo di amministrazione cospicuo». 

«L’amministrazione Ubaldi ha poi sbandierato come una vittoria il fatto che vi siano 231mila euro di avanzo di amministrazione. Per noi questo dato non fotografa una sapiente gestione delle risorse ma solo un immobilismo che denunciamo da mesi. Non si fanno investimenti, non si prospetta nulla di nuovo, non si investono risorse. Un buon amministratore le risorse economiche le gestisce, le utilizza per la collettività con sapienza e lungimiranza. Lasciarsi chiusi nei cassetti non è gestione, ma è semplicemente incapacità di progettare. Mentre quei soldi permangono immobili nelle casse, a Montegranaro mancano servizi importanti, mancano strutture scolastiche adeguate e manca perfino una minima manutenzione delle aree pubbliche. Proprio quello delle aree pubbliche è stato inoltre il tema di una delle interrogazioni portate all’attenzione del Consiglio. Infatti si è fatto notare come l’area sita in via Montebianco sia da troppo tempo totalmente abbandonata ed in uno stato di degrado elevato. La risposta dell’amministrazione è stata totalmente insoddisfacente. Infatti hanno presentato solo quelli che sono gli interventi a loro dire esaustivi sulle altre aree verdi, senza rassicurare la minoranza su di un progetto o una qualche idea per risolvere la problematica. Nessuna risposta neanche sul rinnovo o meno delle convenzioni delle aree sportive con le società che ad oggi le gestiscono. Per l’ennesima volta l’amministrazione Ubaldi ha dimostrato di essere in linea con l’operato dei loro simili in Regione, “non faccio e quindi non sbaglio”, con una totale non gestione dei fondi che fa ricadere le Marche, e Montegranaro, in un presente bloccato senza prospettive di futuro. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti