Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Spazio disponibile
facebook twitter rss

Sarnano spicca per l’aumento del reddito pro capite, Piergentili: «Siamo sulla strada giusta»

IL COMUNE dell'entroterra è quello con popolazione superiore ai 3000 abitanti dove si registra il più alto aumento del reddito pro capite nel 2021 rispetto al 2020

Luca Piergentili

«Sarnano è il Comune in provincia di Macerata con popolazione superiore ai 3000 abitanti dove si registra il più alto aumento del reddito pro capite nel 2021 rispetto al 2020». E’ quanto sottolinea il sindaco Luca Piergentili.

In base ai dati forniti dal Ministero dell’Economia, infatti, nel 2021 il reddito pro capite di ogni sarnanese è stato pari a 18219 euro con un aumento di 1556 euro, pari a un +9,3% rispetto al 2020.
«Si tratta – commenta il primo cittadino – di una statistica sicuramente importante e che, come amministrazione comunale, ci riempie di soddisfazione. Il benessere dei nostri cittadini è, infatti, una priorità imprescindibile, in modo particolare visto il momento difficile che tutto il Paese sta attraversando. Riteniamo, allo stesso modo, che non sia un risultato casuale ma frutto di programmazione e di obiettivi che ci siamo ripromessi di raggiungere.
Non è un caso, infatti, che l’aumento del reddito pro capite a Sarnano sia legato alla crescita delle presenze turistiche, anche queste certificate dai dati forniti dalla Regione Marche. Il nostro è un paese a forte vocazione turistica e la scelta di questa amministrazione comunale di puntare sull’ampliamento dell’offerta e sulla destagionalizzazione sta portando i suoi frutti. Benessere e turismo sono legati a filo doppio: maggiori presenze significano più lavoro per tutti, dalle strutture ricettive al commercio al dettaglio. Ecco perché – conclude il sindaco – i dati del Ministero dell’Economia ci confortano e ci dicono che abbiamo intrapreso la strada giusta e vogliamo continuare a percorrerla convintamente».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti