facebook twitter rss

Dalla Puglia a Belmonte, un parco giochi frutto di solidarietà e volontariato

BELMONTE PICENO - Scivolo, altalena, panchine, piante e vasi di fiori compongono un'area giochi frutto del lavoro volontario e delle donazioni di diverse associazioni e privati
sabato 23 dicembre 2017 - Ore 16:25
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

Una cosa è certa: il progetto di creare un parco giochi vicino alla scuola di Belmonte Piceno non è passato inosservato fin dalla sua ideazione. Oggi è quasi pronto. A far fare un gran passo avanti al progetto è stata la donazione spontanea di materiale da parte dell’azienda Vivaio Santa Rita, di Polignano a Mare, provincia di Bari. In quattro hanno lavorato per l’intera giornata di ieri, come racconta il titolare Giulio Mazzone.

“120 metri di prato, un ulivo, un rampicante, due magnolie, ciclamini. E poi 120 stelle di Natale, 250 casse di verdura mista, panettoni, biscotti, taralli, giocattoli consegnati ai bambini che sono stati molto felici. Inoltre decorazioni per l’albero fatte dai bambini di un asilo, con tanto di calza per la befana”. E’ lo stesso Giulio Mazzone a spiegare:“Faccio parte dell’associazione ‘Io Non Crollo’, ma questa donazione è stata fatta da me personalmente. Noi siamo molto devoti a Santa Rita, per questo sono legato a questa zona colpita dal recente terremoto. Da Polignano a Mare ci siamo recentemente recati ad Amatrice con un mio collega di Monopoli per donare 500 quintali di materiali. Lì sono venuto a conoscenza del progetto del parco giochi a Belmonte. Abbiamo finito di caricare il camion giovedì sera alle 20 e siamo partiti a mezzanotte per essere venerdì mattina già al lavoro fino a dopo il tramonto – racconta Giulio Mazzone aggiungendo – questa è una donazione fatta con il cuore. Le 2 piante di magnolie che abbiamo portato, inoltre, saranno utilizzate per decorare un altro spazio di Belmonte non lontano dal parco giochi”. Mazzone non è nuovo a questo tipo di donazioni ed il suo nome è legato ad altri progetti di solidarietà e volontariato.

L’edificio scolastico, vicino all’ex gancia delle bocce ora trasformata in parco giochi, è attualmente inagibile. I piccoli della scuola dell’infanzia hanno trovato un altro luogo poco distante dove recarsi in classe mentre quelli della scuola primaria vanno a Monsampietro Morico. “Almeno per quest’anno – spiega il sindaco Ivano Bascioni, accompagnato dalla consigliera Valentina Turtù – per il prossimo decideremo”.

Tutte le mattine si spostano con l’autobus comunale, oramai vecchio. Per questo, recentemente è stato pubblicato sulla piattaforma Eppela un progetto per la raccolta fondi (crowdfounding) al fine di acquistare un nuovo scuolabus più moderno. Per il futuro c’è il progetto, inoltre, di costruire una nuova scuola sia per l’infanzia che per la primaria in uno spazio attiguo al belvedere”.

Una volta ultimate le finiture, dopo un piccolo lavoro da parte del Comune sul muro di contenimento che dà sulla strada, il parco giochi verrà inaugurato alla presenza dei rappresentanti di tutti coloro (gruppi, associazioni, privati) che hanno collaborato e donato denaro e tempo. Si parla dei primi giorni del 2018. Una volta aperto e reso fruibile, i bambini di Belmonte potranno ringraziarli, almeno col pensiero.

Raccolta fondi Anci per progetti post-sima attraverso il crowdfounding

Nuovo parco giochi grazie a donazione dei Pasquaroli, in visita a Belmonte

La solidarietà tra alunni, da Roma a Belmonte, passa anche per il parco giochi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X