facebook twitter rss

Aggressione di via Garda, la solidarietà del sindaco: “Sono vicino alla signora, la nostra città ha bisogno di un’attenzione particolare”

PORTO SANT'ELPIDIO - Nazareno Franchellucci: "Proprio la zona dove è avvenuta l'aggressione di questa mattina sta vedendo la nascita di un gruppo di controllo del vicinato. Siamo in attesa che venga ratificato il protocollo che è stato già trasmesso alla Prefettura e poi si potrà partire"
giovedì 8 Febbraio 2018 - Ore 12:58
Print Friendly, PDF & Email

 

 

di Paolo Paoletti

“Innanzitutto voglio esprimere solidarietà alla famiglia colpita da questo episodio gravissimo. Sono vicino alla signora vittima dell’aggressione. Stamattina mi sono informato in merito alla sue condizione tramite la Croce Verde e non appena starà meglio e si sarà stabilizzata, quindi tra qualche giorno, andrò a trovarla all’ospedale di Torrette”.

Il sindaco di Porto Sant’Elpidio Nazareno Franchellucci interviene dopo il grave fatto avvenuto questa mattina in Via Garda (leggi l’articolo) e fa il punto in materia di sicurezza della città. “Mi sono subito sentito con il comandante di stazione dei carabinieri a cui ho chiesto informazione – spiega il primo cittadino – stanno cercando di ricostruire i movimenti dell’aggressore. Per com’è andata la dinamica, sembra che questo soggetto abbia prima osservato la situazione e poi ha scelto il momento migliore per entrare in azione. La nostra città, come il resto del territorio Fermano, sta vivendo un momento complicato con soggetti che delinquono senza aver nulla da perdere e che conoscono la legislazione nazionale”.

Sindaco che racconta un fatto simbolico a testimonianza di come l’impegno costante delle forze dell’ordine, a volte, può essere vanificato da una legislazione ancora troppo elastica in materia di punizioni: “Quel ragazzo preso nei giorni scorsi dagli uomini della nostra polizia municipale, protagonista di una serie di scorribande in città, è stato denunciato a piede libero con tanto di decreto di espulsione, ma di fatto non si trova in prigione”.

Franchellucci ribadisce quanto già riferito in Prefettura: “La nostra città ha bisogno di un’attenzione particolare e sono convinto che riusciremo a portare avanti questo percorso insieme agli organi preposti. Dobbiamo prendere questa gente e poi scoraggiarla con provvedimenti mirati”.

Una delle prime azioni in cantiere e che riguarderà proprio via Garda sarà il controllo del vicinato: “Sono convinto dell’importanza di questa iniziativa. Proprio la zona dove è avvenuta l’aggressione di questa mattina sta vedendo la nascita di un gruppo di controllo del vicinato. Siamo in attesa che venga ratificato il protocollo che è stato già trasmesso alla Prefettura e poi si potrà partire. Nessuna ronda o intervento diretto. Ma una forma di controllo e solidarietà reciproca tra cittadini residenti nella stessa area che può aiutare ad individuare e segnalare alle forze dell’ordine presenze sospette e strani movimenti”.

 

ARTICOLI CORRELATI

Terrore in via Garda: il ladro la aggredisce, anziana soccorsa dall’eliambulanza

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X