facebook twitter rss

Riforma sanità, testo da rivedere
Tapiro “dorato” a Ceriscioli

IL CONSIGLIO regionale ha rinviato in Commissione la proposta di legge 145, quella che aprirebbe ai privati. Il capogruppo della Lega Zaffiri ha consegnato al governatore il "premio", anche in riferimento all'indagine sulle assunzioni facili. Presidio dei 5 Stelle fuori dal palazzo con i senatori Romagnoli e Coltorti
martedì 24 aprile 2018 - Ore 17:46
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Riforma della sanità, il testo ritorna indietro. Il Consiglio regionale ha rinviato in Commissione la proposta di legge 145, quella che aprirebbe ai privati il comparto sanità. Dopo il voto, il capogruppo della Lega Sandro Zaffiri si è avvicinato ai banchi della giunta e ha consegnato al presidente Luca Ceriscioli, che è anche assessore alla Sanità, un piccolo tapiro di colore dorato. «Per la pdl 145 – ha spiegato – e anche per le notizie di questi giorni». Il riferimento era ai 53 dirigenti denunciati dalla Guardia di finanza per presunte assunzioni indebite proprio nell’ambito della sanità (leggi l’articolo). Vicenda per altro risalente alle amministrazioni precedenti rispetto a quella guidata da Ceriscioli, che ha accolto il ‘dono’ con grande senso dell’umorismo, mettendosi a ridere. Nonostante il rinvio, già annunciato, M5s ha organizzato un presidio con cartelli e striscioni davanti alla Regione, alla Sandro Zaffiri, Marzia Malaigia Luigi Zura Puntaronipresenza dei senatori pentastellati Sergio Romagnoli e Mauro Coltorti.

Un tapiro d’oro che è arrivato da parte dei consiglieri del Gruppo Lega Nord-Marche. A consegnare il tapiro è stato il capogruppo della Lega Sandro Zaffiri che ha spiegato: “E’ ora che Luca Ceriscioli cominci ad avere un’attenzione mirata alle nostre realtà locali al fine di offrire loro strumenti efficaci per uscire dalla crisi in cui versano. Non è piu’ procrastinabile l’attuazione di una politica intesa come dovere e spirito di servizio e capace di dare risposte concrete ai problemi dei nostri cittadini marchigiani.Quella a cui abbiamo assistito sino ad ora è solamente una politica fatta dentro le stanze di Palazzo ed intenta a risolvere esclusivamete le beghe di Partito. Basta delegittimare le Marche.  E se è vero che piano piano le nostre comunità, i nostri concittadini si stanno rialzando dalla durissima crisi che li ha colpiti soprattutto a causa del sisma -continua Zaffiri- lo stanno facendo da soli, senza alcun sostegno da parte delle Istituzioni che non hanno dato loro ascolto e dignità”.

Sandro Zaffiri, Marzia Malaigia Luigi Zura Puntaroni aggiungono: “Il gesto di oggi è un richiamo forte ed accorato al Presidente e a questo Governo regionale a risolvere le tantissime problematiche che attanagliano la nostra Regione: parlo della gestione miope della sanità marchigiana che va a beneficio di strutture private ad esclusivo danno dei cittadini; parlo della mancanza totale di una strategia di sviluppo per quello che riguarda le infrastrutture, primo fra tutte l’Areoporto di Falconara; l’assenza di politiche per il lavoro con la conseguente ripresa economica, l’insufficiente e non coordinata azione per la valorizzazione del nostro territorio. Mi fermo- continua il capogruppo della Lega – ma potrei proseguire ancora, con l’elenco delle mancanze che ci ha fornito questa stessa Giunta ed il suo Presidente in questi due anni e mezzo di Legislatura attraverso la quale abbiamo assistito ad una totale assenza di capacità politico-amministrativa, senza programmazione e obiettivi chiari e funzionali allo sviluppo della nostra Regione. Una politica, quella portata avanti dal centro sinistra da oltre vent’anni in questa Regione, ritenuta da noi poco trasparente . Oggi, Ceriscioli ha accettato di buon grado il tapiro, ma i consiglieri Sandro Zaffiri, Marzia Maligia, e Luigi Zura Puntaroni si aspettano che l’attapiramento, che per definizione dovrebbe far sentire in colpa chi lo riceve per cio’ che ha compiuto, possa contribuire ad un cambio di passo per il bene di tutti i marchigiani”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X