fbpx
facebook twitter rss

Calciomercato: prime trattative
e il valzer delle panchine

CALCIO - Dai primi movimenti al domino degli allenatori, il mercato estivo sta finalmente entrando nel vivo. Nel dettaglio tutte le novità che riguardano le realtà fermane di prim'ordine
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – La stagione sportiva 2017/18 si è appena conclusa e molte società stanno già preparando l’annata futura. Il primo tassello riguarda ovviamente l’allenatore. Il Montegiorgio, neo promosso in Serie D, ha già da tempo formalizzato il rinnovo contrattuale di mister Massimo Paci, fautore  della storica promozione in Quarta Serie e che ora sta implementando l’organico della rosa. Presumibilmente, la maggior parte dei protagonisti della straordinaria stagione di Eccellenza verrano riconfermati, ma occhio alla situazione “under” dove, dati gli obblighi minimi di partecipazione dei calciatori in età (un 1998, due 1999 e uno nato nel 2000 per forza in campo), il Montegiorgio potrebbe fare affidamento sul vivaio della Fermana, a conferma dell’ottimo rapporto instaurato con la società canarina.

Altra strada plausibile, ma non del tutto percorribile qualora Francesco Bellini dovesse lasciare la presidenza, è quella di ricorrere a dei prestiti dall’Ascoli Picchio, come già avvenuto per il Monticelli lo scorso anno con Nicola Aloisi, Simone Liberati e Sergio Crescenzi. La prossima stagione il sodalizio dai colori sociali bianco-azzurri non giocherà più in Serie D, bensì in Eccellenza Marche, e a questo punto la partnership di prestiti di giovani il club bianconero di Serie B la potrebbe sottoscrivere con il Montegiorgio, visto anche l’ottimo rapporto che intercorre tra Lanfranco Beleggia, vertice societario dei rossoblù, presidente di Bros Manifatture, nonché proprietario dei marchi Brosway (uno dei principali sponsor dell’Ascoli) e il presidente bianconero Francesco Bellini. Il tutto sarebbe fattibile se l’imprenditore italo-canadese rimanesse alla guida della società picena, altrimenti il Montegiorgio dovrà discuterne con la nuova presidenza, verosimilmente rappresentata da Massimo Pulcinelli, numero uno del gruppo Bricofer.

Eddy Mengo, da difensore a tecnico del Porto Sant’Elpidio

In Eccellenza, volato via il Montegiorgio, rimarrà il Porto Sant’Elpidio di Eddy Mengo, al quale si aggregherà anche il San Marco Servigliano Lorese, fresco vincitore del titolo regionale di Promozione. Per quanto riguarda i rivieraschi la situazione in panchina, come noto, è mutata: dopo l’addio di Vincenzo Morreale a prendere in mano le redini della squadra è stato l’ex difensore biancoazzurro (leggi il nostro articolo). A Porto Sant’Elpidio nei prossimi giorni, dopo un summit societario, verranno svelati i nomi dei confermati per la prossima stagione e di quelli che sono sulla lista dei partenti. Di sicuro almeno uno tra Marcantoni, Ionni e Chiappini farà le valigie vista l’opera di ringiovanimento che la società di Annarita Pilotti vuole attuare. Non è da escludere il ritorno di Alessandro Cannoni, fresco dell’esperienza all’Elpidiense Cascinare in Prima Categoria.

Nella sponda del Servigliano invece è cambiato poco o nulla. Dopo l’annata da incorniciare, culminata non solo con la vittoria del girone B ma anche con il trofeo regionale ai danni del Portorecanati, il patron Domenico Dezi ha deciso di proseguire il connubio con Peppino Amadio. Dopo i colpi assestati nella finestra di mercato del dicembre scorso, il tecnico del San Marco vorrà innanzi tutto bloccare i pilastri dominanti per non rischiare di smembrare la squadra e poi assicurarsi anche qualche colpo di categoria in entrata. A tal proposito i primi a partire saranno sicuramente Emanuele Fermani e Giacomo Iommi, rispettivamente difensore centrale classe 1977  e terzino classe 1982 ai quali la neopromossa Valdichienti Ponte ha fatto una corte spietata vanificando qualsiasi intervento di convincimento di Amadio.

Nello Viti, nuovo tecnico del Monturano Campiglione

Scendendo in Promozione, dove per l’appunto l’anno prossimo giocherà anche la formazione di Monte San Giusto, la prima grande novità è quella che riguarda il Monturano Campiglione che dopo undici anni non sarà più allenato da Roberto Bagalini (leggi la nostra intervista al tecnico) bensì da un monturanese doc come Nello Viti, che torna in panca dopo un’assenza di sette anni e che si troverà ad allenare anche il figlio Daniele. C’è aria di rinnovamento nella casa del sodalizio calzaturiero, che si appresta a sostituire i giocatori arrivati a fine ciclo con dei nuovi innesti. Uno di questi potrebbe essere Matteo Ulivello, attaccante classe 1988 autore di 12 reti con il Montecosaro nella stagione appena conclusa. Altro nome caldo è quello di Enrico Finucci, esperto difensore in forza al San Marco Servigliano e di Samuele Isidori, attualmente al Portorecanati, il quale presumibilmente andrebbe a sostituire Luca Diomedi tra i pali.

Cambio della guardia anche in casa Futura 96, dove si è passato da un déjà-vu ad un altro. Di fatto, chiusa la terza parentesi rossoblù di Matteo Calvà, alla guida dei capodarchesi ci sarà un’altra vecchia conoscenza come Gianni Clerici, sedutosi sulla panchina del Postacchini già nella stagione 2003/04 in Prima Categoria. L’unico che sembra destinato alla conferma è Marco Pennacchietti, che dopo aver sfiorato l’accesso ai playoff con la sua Sangiorgese, si appresta ad iniziare la sesta stagione consecutiva in riviera nerazzurra. Un chiaro segno di riconoscenza e fiducia del presidente Gabriele Frontoni nei confronti del tecnico che ha riportato la Sangiorgese dalla Terza Categoria alla Promozione.

Anche la neopromossa Palmense ha scelto la via della continuità affidando per il sesto anno consecutivo la guida tecnica a Stefano Cipolletta, il quale aveva preso la formazione rivierasca in Seconda Categoria. Il fatto che dopo oltre sessant’anni di storia una piccola frazione come Marina Palmense abbia centrato per la prima volta una promozione tale riempie di entusiasmo il presidente arancioverde Giuliano Paradisi, il quale promette che “Non si farà il passo più lungo della gamba ma si continuerà a lavorare con oculatezza, puntando sui nostri giovani e togliendoci delle soddisfazioni”.

Paolo Properzi, neo allenatore della Pinturetta Falcor

Se da una parte la Palmense saluta la Prima Categoria, dall’altra la Pinturetta la riabbraccia dopo solo un anno. Tuttavia dopo il cambio in corso d’opera della stagione scorsa da Birilli a Fontana, la società del patron Stelio Verdecchia ha ufficializzato un nuovo allenatore per la stagione che verrà. Si tratta di Paolo Properzi, ex tecnico della Corva Calcio con la quale ha vissuto una promozione dalla Terza Categoria e che ora viene così promosso dalla Seconda. L’effetto domino ha spinto il presidente della Corva, Giuseppe Conti, a rimpiazzare Properzi e ad affidare la guida tecnica ad Alessandro Del Bello. L’ex tecnico del Montegranaro avrà il compito di disputare un campionato tranquillo mantenendo una categoria fortemente voluta dalla società elpidiense.

Nel valzer delle panchine rimane fermo solo Daniele Fontana, il quale ha ricevuto qualche richiesta non pienamente soddisfacente ma che tuttavia è pronto a rimettersi in gioco. Chi alla Pinturetta ci ha lasciato il cuore (portandola dalla Seconda fino alla Promozione) ma ora è pronto a ripartire è mister Jacopo Birilli, che sostituirà Massimiliano Coccia alla guida del Monsampietro Morico.

L’ultimo “change” riguarda l’Elpidiense Cascinare. Dopo l’ottimo campionato nel girone C di Prima Categoria, dove non c’era spazio per ambizioni di salita vista la presenza di due battistrada come Civitanovese e Valdichienti, la compagine del presidente Giuseppe Torresi si separa da Francesco Cantatore, ingolosito dalla panchina del Montecosaro orfano di Mazzaferro. Il nuovo allenatore sarà dunque Ennio Tassetti, fresco dell’esperienza alla guida del San Claudio in Seconda Categoria.

Leonardo Nevischi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X