facebook twitter rss

Sangio, Gabriele Frontoni:
”Procederemo per
diffamazione e calunnia”

CALCIO - Il presidente onorario dimissionario della Sangiorgese 1922 replica alle esternazioni della piazza sul passaggio di consegne ai vertici della società nerazzurra. "Ho dato mandato per procedere a denuncia, la squadra è iscritta al campionato, siamo in ritardo con l’attività ma nessun problema è incombente"
Print Friendly, PDF & Email

Gabriele Frontoni

PORTO SAN GIORGIO – La Sangiorgese 1922, tramite il proprio presidente onorario dimissionario, Gabriele Frontoni, passa al contrattacco.

Dopo le recenti esternazioni proprie della piazza locale, relative al passaggio di testimone alla guida del sodalizio calcistico nerazzurro e come precisa lo stesso Frontoni viaggianti soprattutto sui canali web, il vertice societario affida ora ad un comunicato le azioni susseguenti che il sodalizio sportivo intente mettere sul tavolo dalla vicenda, in piedi oramai da qualche giorno.

In merito alla campagna diffamatoria in atto comunico di aver già dato mandato ai miei legali di procedere a formale denuncia querela per diffamazione, calunnia e altri reati perseguibiliLa Sangiorgese è stata regolarmente iscritta al campionato, siamo in ritardo con l’attività agonistica e nessun problema societario è incombente. Ricordiamo di aver preso la società in terza categoria e con 6.000 Euro di debiti. Dopo sei anni e tre promozioni siamo solo stanchi e abbiamo deciso di passare la mano. Le chiacchiere lasceranno il posto alle aule dei tribunali molto presto e vedremo se certa gente troverà lo stesso coraggio usato sui social e sui gruppi Whatsapp. I risarcimenti verranno devoluti ad associazioni che si occupano del recupero di tossicodipendenti“.

Per un quadro esaustivo nel merito, consultare gli articoli correlati sotto riportati.

 

Passaggio di consegne alla Sangiorgese 1922

Gli Ultras Psg non ci stanno: arriva il comunicato ufficiale contro la società

Tifosi Sangio, l’amarezza affidata anche agli striscioni


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti