facebook twitter rss

Rapina con siringa: arresti domiciliari per l’autore del colpo alla tabaccheria Camilli

FERMO - Gli agenti di polizia di Fermo hanno dato esecuzione alla misura cautelare di arresto ai domiciliari, disposta dal Gip del Tribunale di Fermo per l'autore della rapina con siringa avvenuta lo scorso 24 luglio
Print Friendly, PDF & Email

 

la tabaccheria Camilli rapinata ieri sera

Nella tarda mattinata di oggi gli agenti di polizia di Fermo hanno dato esecuzione alla misura cautelare di arresto ai domiciliari, disposta dal Gip del Tribunale di Fermo per l’autore della rapina con siringa avvenuta lo scorso 24 luglio a danno della tabaccheria Camilli di Lido Tre Archi. Si tratta di un italiano di 26 anni tratto in arresto e posto ai domiciliari. 

Il rapinatore, attorno alle 20.30 del 24 luglio aveva fatto irruzione nell’attività commerciale a volto scoperto, afferrando il titolare con un braccio attorno al collo e puntandogli una siringa minacciandolo d’infettarlo. Una volta aperto il registratore di cassa ha rubato circa 600 euro in contanti ed è scappato per le vie del quartiere.

Grazie alle indagini immediate della polizia giudiziaria messe in atto dagli agenti della Squadra Mobile e della Polizia Scientifica si è riusciti a rintracciare l’autore.

 

“Mi ha puntato una siringa alla gola, urlava che mi avrebbe infettato“: tabaccaio rapinato sotto shock, ragazzo fermato dalla polizia

RAPINA IN TABACCHERIA Siringa in mano si fa consegnare l’incasso e scappa: caccia aperta al bandito in fuga


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti