facebook twitter rss

La XL Extralight torna a vincere:
batte Roseto in un match al cardiopalma

SERIE A2 - Sudatissima vittoria in terra d'Abruzzo per la Poderosa, con un'escalation degli Sharks che ha messo in seria difficoltà i ragazzi di coach Cesare Pancotto, in un finale davvero imprevedibile che ha premiato con emozioni forti i tifosi gialloblu giunti in trasferta
Print Friendly, PDF & Email

di Silvia Remoli

 

ROSETO DEGLI ABRUZZI (TE) – Bisognava cancellare repentinamente lo stop patito nel turno pregresso, in casa contro la Bakery Piacenza, per ritrovare il sorriso di inizio stagione, quello figlio delle cinque vittorie consecutive tra PalaSavelli e parquet lontani dal Fermano. L’ostacolo in esame, per mettere in pratica quanto, non era dei più facile: quel Roseto Sharks affamato di punti utili per risalire la china, spinto dal caloroso pubblico abruzzese.

IL TABELLINO

ROSETO SHARKS 62:  Person 13, Rodriguez 10, Ianelli 0, Pené 2, Eboua 11, Bayehe 3, Sherrod 2, Akele 8, Panopio 0, Pierich 4, Bushati 9. All. Germano D’Arcangeli

PODEROSA XL EXTRALIGHT  MONTEGRANARO 69: Amoroso 15, Corbett 17, Treier 11,  Mastellari 0, Simmons 12, Palermo 11,Testa 0, Petrovic 0, Negri 3. All. Cesare Pancotto

ARBITRI: Enrico Bartoli, Andrea Chersicla e Corrado Triffiletti

PARZIALI: 13-21, 15-16, 16-9, 18- 23

LA CRONACA

Il Palamaggetti gremito e decisamente caloroso non intimorisce quindi i gialloblu di Pancotto. Infatti l’inizio dei veregrensi è del tutto tonico, e nel primo quarto la Poderosa mostra subito la voglia di rifarsi dell’unico stop stagionale. Le triple di Corbett e Palermo, nonché la precisione di Simmons, fanno così terminare il parziale 13-21, fase di gioco pressoché dominata. Nel secondo quarto Roseto prova ad accorciare le distanze ma la Poderosa continua a farsi sentire, pur sbagliando diversi tentativi da 3. Gli Sharks ne approfittano per mostrarsi più determinati e cercando di limitare i danni e di non far allargare la forbice del vantaggio. In sostanza gli abruzzesi attaccano mentre i veregrensi fanno muro e con un parziale di 15-16, rosicchiato dagli Sharks grazie anche ad un calo delle rese al tiro di questa fase di match, si va alla pausa lunga con il punteggio di 28-37, un allungo comunque confortante, quasi da doppia cifra.

L’avvio della seconda metà dell’incontro è infruttuoso per entrambe le compagini. Dopo ben due minuti infatti si è solo a 28-40. Continuano le sbavature sia sotto canestro che dalla lunga distanza. A 6 minuti dalla fine del terzo parziale gli Sharks diventano più concreti e precisi e con un tiro da 3 di Rodriguez iniziano a tirar fiato sul collo della Xl Extraligh: 33-40. Risponde capitan Amoroso: 33-42. Mentre la Poderosa continua a litigare col ferro, Rodriguez si rivela l’uomo migliore in biancoblu, con un’altra tripla ed un libero va in doppia cifra e porta i suoi sotto di soli 5 punti: 39-44. Un Palermo preciso nei liberi fa rifiatare i suoi: 39-46. Akele approfitta di un errore di Treier con un chirurgico tiro da tre: 42-46. Eboua chiude il terzo periodo appendendosi al canestro: il PalaMaggetti esplode e la Poderosa soffre. Il parziale di 16 a 9 è spietato. Si ricomincerà a lottare sul 44-46 .

Brutta apertura dell’ultimo quarto per la Poderosa con una stoppata a Simmons e un graffiante Jordan: 47-48. Sherrod conquista la parità andando 49-49 e Bushati ci mette il sigillo: 52-49. Corbett non ci sta: 52-53. Amoroso preciso sui liberi sale a 12 punti: 52-55. Risponde Bushati da 3 con una mossa raggelante: 55-55. Mancano 5 minuti ad una fine imprevedibile. Un altro sorpasso del team casalingo grazie a Sherrod, ma Amoroso e Corbett rispondono implacabili: 57-61. La tifoseria dei gialloblu cerca di urlare tutto il suo entusiasmo per aiutare i suoi beniamini e pare funzioni: 59-65. Manca un minuto alla fine e Palermo ottiene altri due liberi per fallo subito da Person: 59-69, sembra fatta. Arriva la sirena: con un 62-69 sudatissimo si torna domenica al Palasavelli con la capolista Fortitudo.

 

Fotogallery:

 

Articoli correlati: 

Coach Cesare Pancotto soddisfatto: ha il propellente per affrontare la Fortitudo

Dopo Piacenza, la Poderosa riparte con la sortita di Roseto

Matteo Negri al Poderosa Caffé: “Metabolizzata Piacenza, sotto per la gara di Roseto”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti