facebook twitter rss

Nuova settimana di grande cinema al multiplex Super 8 di Campiglione: arriva “Io sono Mia”

FERMO - Io sono Mia, il film diretto da Riccardo Donna ed interpretato da Serena Rossi(nel ruolo di Mia Martini), si apre a Sanremo, nel 1989, quando un’esile figura femminile percorre i corridoi che portano al palco del teatro Ariston
venerdì 11 Gennaio 2019 - Ore 10:44
Print Friendly, PDF & Email

 

Ed ecco le nuove programmazioni al Multiplex Super8 di Fermo.
Iniziamo con Benvenuti a Marwen il film del regista Premio Oscar Robert Zemeckis, basato su una “storia miracolosa”, vede protagonista Steve Carell nel ruolo di un nuovo tipo di eroe, in un film diverso da qualsiasi altro mai realizzato prima. La storia è quella di un uomo che lotta per guarire e per ritrovare il proprio spirito, grazie al potere della sua immaginazione artistica. Quando un gruppo di uomini una sera picchia selvaggiamente Mark Hogancamp(Carell) riducendolo in fin di vita e cancellando tutti i suoi ricordi, nessuno si aspetta che l’uomo si riprenda. Ma Mark, mettendo insieme pezzi della sua vecchia e nuova vita, costruisce meticolosamente in miniatura una mitica città belga, Marwen, nella quale può essere il capitano Hogie, un pilota di aerei da combattimento della seconda guerra mondiale. Qui, a Marwen, Mark può essere un eroe, combattere i suoi nemici e contare sui suoi amici. Mentre costruisce un’installazione artistica strabiliante popolata da personaggi in miniatura incredibilmente realistici – un omaggio alle donne più forti che conosce – trae la forza dal suo mondo fantastico per trionfare nel mondo reale. Oltre al protagonista Steve carell, il cast del film comprende Leslie Mann e Diane Kruger.

Il protagonista del film City of Lies – l’ex detective Russell Poole interpretato da Johnny Depp – è un personaggio realmente esistito, passato alla storia per aver indagato sulla morte dei rapper Tupac Shakur, avvenuta a Las Vegas il 13 settembre del 1996, e The Notorious B.I.G., assassinato a West Hollywood il 9 marzo del 1997. Di quest’ultima uccisione, avvenuta durante una sparatoria automobilistica dopo una festa, Poole accusò l’agente di polizia David Mack e il suo amico Amir Muhammad, individuando una rete che collegava la Death Row Records del produttore Marion “Suge” Knight ad alcuni gangster e a parte del Dipartimento di Polizia di Los Angeles e collegando poi i due omicidi. Nonostante le prove, Poole fu caldamente invitato dal suo capo a non proseguire nelle indagini e nel 1999 diede le dimissioni, entrando in depressione, tentando il suicidio e pubblicando infine un libro in cui spiegava le sue teorie. Il testo che però ha ispirato il film di Brad Furman è un altro: “Labyrint” di Randall Sullivan, cronaca delle investigazioni di Poole sui due casi sopracitati. Per questo, all’inizio, il film doveva intitolarsi proprio Labyrint, poi la produzione ha optato per City of Lies, volendo sottolineare la corruzione dei piedipiatti della Città degli Angeli.

Attenti al Gorilla, il film diretto da Luca Miniero, si pone una domanda: come ci si sente se all’improvviso ci si ritrova a condividere la casa con il più intelligente degli animali: un gorilla? Lo sa bene Lorenzo (Frank Matano), un avvocato fallito, che per recuperare la stima della sua famiglia e l’amore di sua moglie decide di fare causa allo zoo della città. Ovviamente la vince ma dovrà portarsi il primate in casa. E vivere con Lorenzo non è una cosa facile… provare per credere.
Oltre al protagonista Frank Matano, il film vede nel suo cast Cristiana Capotondi, Lillo Petrolo, Francesco Scianna e Diana Del Bufalo. Il film vuole essere unna riflessione irriverente ed esilarante sulla famiglia più pazza del mondo, vista dagli occhi di un tipo tosto, saggio e divertente come il nostro gorilla. E non chiamatelo animale che si offende!

Non ci resta che il crimine, il film di Massimiliano Bruno, è una commedia in cui la realtà supera l’immaginazione e in cui tutto può succedere come per esempio ritrovarsi improvvisamente, per destino o per caso, negli anni 80. E’ esattamente quello che succede a tre improbabili amici che hanno fatto dell’arte di arrangiarsi uno stile di vita. Siamo a Roma nel 2018 e tre amici di lungo corso, con scarsi mezzi ma un indomabile talento creativo, decidono di organizzare un “Tour Criminale” di Roma alla scoperta dei luoghi che furono teatro delle gesta della Banda della Magliana. L’idea, ne sono convinti, sarà una miniera di soldi. Abiti d’epoca, jeans a zampa, giubbotti di pelle, stivaletti e Ray-Ban specchiati, ed è fatta, sono pronti per lanciarsi nella nuova impresa. Se non fosse che, per un imprevedibile scherzo del destino, vengono catapultati negli anni 80 nei giorni dei gloriosi Mondiali di Spagna e si ritrovano faccia a faccia con alcuni membri della Banda che all’epoca gestiva le scommesse clandestine sul calcio. Per non parlare dell’incontro con una vulcanica e dirompente ballerina che rischia di scombinare ancora di più le carte. Per i tre amici potrebbe rivelarsi una ghiotta occasione di riscatto oppure… Protagonisti del film sono Alessandro Gassmann, Marco Giallini, Edoardo Leo, Gianmarco Tognazzi, Ilenia Pastorelli e lo stesso Massimiliano Bruno.

Io sono Mia, il film diretto da Riccardo Donna ed interpretato da Serena Rossi(nel ruolo di Mia Martini), si apre a Sanremo, nel 1989, quando un’esile figura femminile percorre i corridoi che portano al palco del teatro Ariston. È Mia Martini al suo rientro sulle scene dopo anni di abbandono: “Sai la gente è strana prima si odia poi si ama” è la prima strofa della sua nuova canzone, della sua nuova vita. Mimì, in una serrata intervista con Sandra (Lucia Mascino), una giornalista che in realtà a Sanremo vorrebbe incontrare Ray Charles e che considera Mia Martini solo un ripiego, ripercorre la sua vita: gli inizi difficili da bohémienne; il rapporto complesso col padre che, pur amandola, la ostacola fino a farle male; una storia d’amore contrastata che la travolge segnando il suo destino sentimentale; il marchio infamante che le si attacca addosso come la peste condizionando la sua carriera con alti e bassi vertiginosi; il buio, fino alla nuova dimensione di vita più pacificata. Io sono Mia è la storia di un’artista unica dalla voce inimitabile; la storia di una donna appassionata che ha amato fino in fondo con ogni fibra del suo essere.

SCOPRI TUTTI I FILM IN PROGRAMMAZIONE AL MULTIPLEX SUPER 8 DI CAMPIGLIONE DI FERMO


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X