facebook twitter rss

La Fermana torna in
campo contro Feralpi Salò

SERIE C - Riprende il campionato di terza serie. Contro i bresciani non ci saranno Cognigni e Da Silva, ceduti, ma è tornato Sperotto. Più spazio per i giovanissimi come Giorgio (esordio tra i convocati), Nepi e Marozzi fino alla chiusura di mercato che per la Fermana potrebbe essere di profilo basso
Print Friendly, PDF & Email

Su Luca Cremona (qui contro il Monza nell’ultima in casa, Foto Grandoni) e il baby Alessio Nepi, dopo la partenza di Cognigni, ricadrà tutto il peso dell’attacco finché (e se) arriverà una nuova punta centrale

 

di Paolo Bartolomei

FERMO – Riprende il campionato di serie C dopo una sosta di venti giorni con la 2° di ritorno (anticipo al sabato, ore 16.30).

La compagine canarina dopo quasi un mese (era il 22 dicembre, contro il Monza) torna al comunale di viale Trento dove arriva il Feralpi Salò, 9° in classifica. I gialloblù in casa hanno conquistato 20 su 31 punti e guardano gli avversari dall’alto della loro 3° posizione solitaria dietro a Pordenone e Triestina.

Va però considerato che la Ternana (5° con un solo punto meno dei canarini) deve recuperare ben due gare, il rinvio per nebbia di Rimini sarà giocato a febbraio mentre per Ternana-Samb fissata originariamente ad ottobre, la data del recupero ancora non è stata stabilita, e si tratta di un ritardo clamoroso, secondo alcuni vergonoso, che falsa tutto il campionato, compreso il cammino della Fermana.

Marozzi con la Fiorentina, nella finale del campionato Primavera di un anno fa, quando appena entrato sfiorò il pareggio contro l’Inter

MERCATO – Gli undici di Flavio Destro si presentano alla ripresa con ben sei tesserati in meno che in questi giorni di mercato sono stati ceduti (Nasic, Massaroni, Kacorri, Calzola, Da Silva, Cognigni) ma, come si vede, di fatto solo due (gli ultimi) erano tra quelli che giocavano regolarmente.

Per la loro sostituzione il dg della Fermana Conti ha fatto capire che si risolverà tutto nei giorni finali di mercato (27-31 gennaio), cioè dopo la terza partita giocata sabato 26 gennaio. In entrata finora solo il ritorno di Sperotto.

Confermato regolarmente nella truppa Misin: il suo “caso”, scoppiato subito dopo Samb-Fermana, si è chiuso con un riappacificamento generale, meglio così.

In questi tre match (dopo quello di domani, arriveranno quelli contro Giana Erminio e poi Renate) il tecnico Flavio Destro avrà l’occasione di provare in attacco la giovane promessa locale Alessio Nepi, punta centrale che ha già collezionato due presenze nei finali di partita contro Ravenna e Sudtirol, sebbene, per quanto benissimo possa fare il classe 2000 (compie 19 anni proprio tra pochi giorni) e magari anche la squadra canarina, ci aspettiamo che un centravanti di ruolo e soprattutto di categoria arrivi.

Oggi in attacco abbiamo, oltre a Nepi, solo Cremona quali punte centrali e poi Lupoli (seconda punta) e Zerbo (seconda punta-trequartista).

Dietro agli attaccanti, come playmaker, oltre agli altri (Zerbo, D’Angelo, Maurizi), si potrebbe provare anche il giovane elpidiense Marozzi che in quella posizione giocava con la Primavera della Fiorentina (nella finale contro l’Inter sfiorò il pareggio con una conclusione dal limite dell’area). Convocato anche un “super” giovane locale: Giorgio classe 2001.

Alessio Nepi con la Berretti

La posizione di classifica e la salvezza ormai a portata di mano rendono possibile sperimentare e lanciare giovani; dalle dichiarazioni degli ultimi giorni del dg Conti, che ha smentito praticamente tutte le trattative con atleti più o meno prestigiosi, trapela che il bilancio non permette voli pindarici e che la maggioranza degli atleti contattati sparano richieste economiche esagerate, c’è da attendersi una chiusura di mercato dal profilo basso che non modificherà l’obiettivo salvezza. Speriamo di essere clamorosamente smentiti.

LE PAROLE DI FLAVIO DESTRO – Sono 22 i convocati per il match contro i bresciani. Alla prima chiamata il giovane Omar Giorgio, classe 2001 della Berretti che vestirà la maglia numero 2.

C’è grande voglia di tornare in campo – dice l’allenatore della Fermana – è chiaro che la pausa, da una parte ha fatto bene per staccare un po’, ma bisogna subito cercare di ricominciare con lo stesso spirito e la stessa determinazione con cui abbiamo chiuso. Quando si finisce con una vittoria si ricomincia sempre meglio. Adesso inizia la seconda parte della stagione che è un altro campionato. Il calcio mercato, che purtroppo è ancora aperto anche se non è una cosa che va proprio bene, influisce in maniera importante negli organici di ogni squadra quindi saremo chiamati ad affrontare una seconda parte di stagione in un campionato che ancora più alto nel livello tecnico”.

Situazione alla vigilia della 21° giornata

Proprio il calciomercato ha riportato alla Fermana il terzino Nicolò Sperotto, per il quale non sono stati necessari tempi di ambientamento:

Sperotto è un ragazzo che ha fatto bene lo scorso anno – sottolinea Destro – sa quali sono in nostri modi di lavorare. Si è presentato con tanta voglia di dare una mano alla squadra, in punta di piedi, con grande impegno. Naturalmente il lavoro settimanale resta la base sulla scelta da fare per la domenica o il sabato”.

La Feralpisalò è una delle compagini che ha costruito il proprio organico per obiettivi molto ambiziosi: “E’ una squadra che punta a stare nelle posizioni alte della classifica, non ha cambiato idea. La affrontiamo con grande rispetto, ma non timore, le nostre qualità devono rimanere inalterate, abbiamo giocatori importanti, validi. Abbiamo dimostrato nel corso di tutto il girone di andata che lo sono e soprattutto dobbiamo sempre scendere in campo con lo stesso ardore; certo, è sempre difficile ripetersi, ma noi dobbiamo affrontare il ritorno con la stessa intenzione e soprattutto la stessa umiltà”.

I CONVOCATIPortieri: Marcantognini, Pavoni, Ginestra; Difensori: Sarzi Puttini, Comotto, Soprano, Scrosta, Sperotto, Clemente; Centrocampisti: Iotti, Urbinati, Misin, Giandonato, Fofana, Marozzi, Maurizi, Giorgio; Attaccanti: Nepi, Zerbo, Cremona, Lupoli, Contaldo, Ceriani.

ARBITRO – Riccardo Annaloro di Collegno; un solo trascorso tra il fischietto piemontese e i gialloblù che ha arbitrato il 4 aprile 2018 nella gara Vicenza-Fermana (1-1 con il primo gol di Cognigni). Assistenti Alessandro Salvatori e Marco della Croce, entrambi della sezione di Rimini.

PRECEDENTI – Con i salodiani un solo incrocio, quello di un anno fa: nel girone di ritorno, dopo la vittoria canarina in riva al Benaco, a Fermo finì 1-1 con il secondo e ultimo gol in gialloblù di Edoardo Ferrante  che pareggiò il vantaggio di Rocca.

Il programma di domani, sabato

 

 

ARTICOLI CORRELATI

Verso Fermana-Feralpisalò con la carica del presidente Simoni

Solo Fermana, sabato cioccolata calda per tutti

Fermana, Luca Cognigni in prestito al Siracusa

Fermana e Montepacini: nasce la Soccer Dream canarina

Giana Erminio-Fermana, aperta la prevendita

Ritorno al futuro: Nicolò Sperotto è di nuovo canarino

Fermana, Victor Da Silva ceduto al Fano

Marcantognini: ”Qui alla Fermana per giocarmi le mie carte”

Flavio Destro: ”Pronti per il resto della stagione”

La Fermana espugna Verona, per tre punti di platino


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti