facebook twitter rss

La Fermana non smacchia il
Ravenna che resta “bestia nera”

SERIE C - I canarini non riescono a rimontare in 75' il gol di Galuppini segnato al quarto d'ora del primo tempo e si rendono pericolosi pochissimo. Termina 1-0. Partita giocata su una palude di fango che, dopo il gol immediato, ha favorito i romagnoli. Sabato prossimo a Bolzano
Print Friendly, PDF & Email

 

Anche oggi molti tifosi gialloblù al seguito della squadra canarina, sostenitori citati positivamente in diretta tv anche dal commentatore di Sportitalia, mister Parlato

 

di Paolo Bartolomei

RAVENNA – 24° giornata di serie C, 5° di ritorno. I gialloblù non riescono ad interrompere la negatività del Benelli di Ravenna dove l’ultimo punto conquistato risale al lontano campionato 1976/77.

Vanno sotto dopo pochi minuti e non riescono mai a rendersi pericolosi anche a causa del fondo pesante che rende impossibile costruire gioco. La ripresa è più equilibrata con l’ingresso immediato dei due nuovi attaccanti gialloblù, ma gli undici di Destro si rendono insidiosi poche volte e solo da lontano.

8° sconfitta in campionato e 6° fuori casa. La Fermana scende al 6° posto, sorpassata da Monza e Salò.

Si è giocato su un terreno in pessime condizioni che non è riuscito a drenare la pioggia abbondante e si presentava come una grande palude con molto fango. Molti avversari si sono spesso lamentati delle condizioni del rettangolo di gioco del Recchioni che, sebbene messo sicuramente male in quanto a manto erboso, però ha almeno un ottimo drenaggio e non ha mai presentato neanche una pozzanghera.

Sabato prossimo seconda trasferta consecutiva a Bolzano contro Sudtirol, poi il martedì successivo ultimo turno infrasettimanale (a Fermo contro il Gubbio).

IL TABELLINO

RAVENNA 1 (3-5-2): Venturi; Ronchi, Jidayi, Lelj; Eleuteri, Selleri (39′ st Gudjohnsen), Papa, Esposito (32′ st Boccaccini), Bresciani; Galuppini (32′ st Trovade), Nocciolini (21′ st Raffini). A disposizione: Spurio, Barzaghi, Sabba, Scatozza, Siani. All. Luciano Foschi

FERMANA 0 (3-4-1-2): Marcantognini; Soprano, Scrosta, Sarzi Puttini; Iotti (36′ st Marozzi), Misin (33′ st Fofana), Urbinati, Sperotto; Maurizi (33′ st Nepi); Zerbo (12′ st van der Heijden), Lupoli (12′ st Malcore). A disposizione: Valentini, Pavoni, Ceriani, Maloku, Giorgio, Grieco, Contaldo. All. Flavio Destro

ARBITRO: Ermanno Feliciani di Teramo; assistenti Giuseppe Giacinto di Teramo e Andrea Micaroni di Chieti

RETE: 15′ ps Galuppini

NOTE: Terreno in pessime condizioni, al limite della praticabilità causa pioggia; ammoniti Urbinati, Maurizi, Nepi; angoli 3-0; recupero 2’+4′

LA CRONACA

Destro, senza capitan Comotto (infortunato) al centro della difesa, è costretto a tornare al 3-4-1-2 come da schema riportato.
Al 15′ sblocca il Ravenna: verticale in area, leggera deviazione che mette fuori causa due centrali, il terzo, Sarzi Puttini, perde il contrasto con Galuppini che con il destro mette tra il primo palo e Marcantognini sparando da vicino: 1-0. Solo un minuto più tardi Iotti su punizione impegna il portiere di casa. Il Ravenna insiste e tiene sulla corda la difesa gialloblù, unico acuto canarino al 38′ con Lupoli in pressing e Zerbo che si libera per la conclusione, smorzata dal pantano d’acqua e fango.

Dopo l’intervallo la Fermana rientra in campo con un diverso spirito, ma Destro non è soddisfatto e dopo pochi minuti sostituisce entrambi gli attaccanti, buttando nella mischia subito i due nuovi, sia Malcore che van der Heijden, che paiono abbastanza attivi nonostante abbiano giocato pochissimo in questo campionato (tre gare di torneo il primo, nessuna l’olandese); difatti si registra una conclusione da lontano di Malcore e una di Urbinati su assist dello stesso.

Insiste anche il Ravenna con Raffini appena entrato e ancora con Galuppini. Pian piano la gara scende di ritmo e di tono, il campo pesantissimo rende difficile ad entrambe le squadre sia il gioco ma anche il semplice controllo di palla o fare banali passaggi. I giallorossi provano a chiudere la partita in anticipo, ma anche per loro è impossibile costruire qualcosa di buono, negli ultimi minuti i gialloblù nemmeno riescono più a provarci.

Ora altra settimana di allenamenti regolari, utile per inserire tutti i nuovi arrivati; sabato prossimo a Bolzano poi la settimana successiva ultima con turno infrasettimanale: Gubbio a Fermo il martedì.

 

ARTICOLI CORRELATI

Fermana a Ravenna, i nuovi arrivati subito dentro

Ravenna-Fermana in diretta tv

Altro colpo in attacco, alla Fermana l’olandese Dennis Van Der Hejden

La Fermana ha una nuova punta: dal Cittadella arriva Giancarlo Malcore

Scambio sull’asse Fermana-Fano: ai saluti Clemente, in arrivo Maloku

Alla Fermana arriva l’attaccante Daniel Liberal

Fermana, altro ritorno: per la mediana Roberto Grieco

Fermana, le condizioni di Giandonato e Comotto

Fermana, Flavio Destro festeggia 100 panchine in gialloblù

La Fermana accarezza il successo per 50′, poi arriva il pari

Per la Fermana il… rigore invernale porta la prima vittoria del 2019

La Fermana espugna Verona, per tre punti di platino


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti