facebook twitter rss

Fermana, a Bergamo
a caccia di punti playoff

SERIE C - Si gioca sabato, ore 18,30, contro l'Albinoleffe. In dubbio Urbinati che si aggiunge ai tanti infortunati. I bluceleste provengono da due vittorie consecutive esterne e un ko interno, i gialloblù hanno pareggiato e vinto in casa dopo un  successo esterno
Print Friendly, PDF & Email

Domani la quarta apparizione della Fermana nella sua storia nel prestigioso stadio Atleti Azzurri d’Italia, normalmente teatro della serie A e di coppe europee

 

di Paolo Bartolomei

FERMO – Anticipo del sabato, ore 18,30, stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo dove la Fermana non incontrerà l’usuale padrona di casa, l’Atalanta, incrociata in quello stadio esattamente 19 anni fa, ma l’Albinoleffe. Match spostato al sabato per via del recupero Fano-Fermana fissato per mercoledì prossimo, 3 aprile, ore 20.30.

La squadra gialloblù procede avanti piano verso l’obiettivo dei play off. Domenica scorsa, con il pareggio 0-0 contro la Vis è stata persa una grossa occasione di accorciare notevolmente la distanza con le squadre che precedono, entrambe sconfitte a domicilio (il Ravenna per mano proprio dell’avversario di domani, l’Albinoleffe) e di allungare con le prime che inseguono (tra cui solo la Samb ko); è stato guadagnato un punto nei confronti delle sconfitte, un bottino un po’ esiguo, ma di questi tempi occorre accontentarsi considerando i numerosi giocatori canarini indisponibili per infortunio, che costringono la squadra a stringere i denti.

Vittoria negata anche dalla terna visto che il gol di Lupoli è stato accertato essere regolare (vedi fermo immagine in basso) seconda rete valida annullata ai gialloblù contro la Vis quest’anno, strane coincidenze che lasciano l’amaro in bocca.

Gol annullato a Lupoli in Fermana-Vis Pesaro. Posizione del n° 29 regolare al momento del lancio di Malcore (servito da una svirgolata di un difensore avversario)

Nulla è perduto però, perché contro i seriani domani e soprattutto contro il fanalino di coda Fano mercoledì, gli undici di Destro hanno nel giro di pochi giorni la possibilità di accelerare il passo, per potersi mantenere alle spalle il Vicenza, che è l’inseguitrice più preoccupante, e cercare di insidiare al Ravenna il 7° posto, che è la posizione di classifica più bassa tra quelle che consentono di disputare il primo turno play off in casa, con due risultati su tre a disposizione (qui sono spiegati gli accoppiamenti ).

Classifica parziale delle ultime 10 partite (in casa e fuori)

Dopo il periodo nero, gli undici di Destro hanno registrato meglio la difesa che è tornata ad essere il punto forte e non ha subito gol nelle ultime tre partite (invece sette quelle incassate nelle altrettante gare precedenti) e sono tornati anche a fare centro, bene perché per scalare la classifica non è sufficiente non prendere gol, occorre anche farli.

L’Albinoleffe ha 9 punti meno dei canarini eppure ha un organico di tutto rispetto. Proviene da due vittorie consecutive esterne, in casa ha perso l’ultima con il Teramo, però, all’opposto della Vis, che proveniva da un periodo nero, nelle ultime sette partite i bergamaschi hanno vinto cinque volte, sono una squadra in recupero e in ottima forma, come si nota dalla classifica a lato (ultime 10 partite).

Se la Fermana ha trovato difficoltà contro la Vis, figuriamoci contro quelli di domani, verrebbe da pensare, ma per fortuna il calcio non è un’equazione matematica, e magari i blucelesti, nel tentare di fare la loro partita, potrebbero lasciare più spazio alle ripartenze di Malcore e soci, come successo a Teramo, ultima vittoria dei gialloblù in trasferta, solo tre turni fa.

Nell’arco di tutto il campionato l’Albinoleffe ha vinto in casa solo 4 volte (a ritroso: contro Giana, Ternana, Virtus Verona e Renate), pareggiato 4 e perso ben 7; nella relativa classifica parziale quindi è in fondo. Questo però è il passato, da cui nel calcio non sempre è possibile dedurre il futuro, altrimenti addio effetto sorpresa. Inoltre giocatori come Sbaffo, Kouko, che a Fermo conosciamo bene, o Cori, possono fare la differenza.

LE PAROLE DI FLAVIO DESTRO E I CONVOCATI – Sono 25 i convocati da mister Flavio Destro. Non saranno a disposizione Maurizi e Iotti, operato nei giorni scorsi, così come Cremona e D’Angelo, lungodegenti. Il finale di stagione incandescente richiederà ai gialloblù la solita grinta mostrata finora, come sottolinea il tecnico richiamando il peso dei punti rimasti in palio:

È una partita come da qui alla fine molto importante perché il tempo passa e i punti a disposizione diminuiscono. Tutti – prosegue – affrontano queste ultime partite con una tensione elevata. Noi troveremo nell’Albinoleffe una squadra in grande salute, con grandi giocatori che meriterebbe altre posizioni in classifica. È una squadra che cercherà di fare la partita e questo dipenderà da noi. Troveremo una squadra motivata”.

Dunque badare al sodo sarà l’obiettivo ora più che mai: “In questo periodo non conta più il giocare, conta fare risultato. Conta portare punti a casa. Il gioco si può lasciare da parte”. Che Fermana dovrà scendere in campo? Dobbiamo avere come caratteristica grande agonismo e voglia di
aiutarsi che non devono mai prescindere dal nostro essere. Dovremo essere corti tra i reparti e uniti” conclude.

Saranno della partita Marcantognini, Valentini, Pavoni, Soprano, Comotto, Scrosta, Sperotto, Maloku, Guerra, Giandonato, Fofana,
Urbinati, Misin, Grieco, Otranto, Marozzi, Nepi, Cardinali, Contaldo, Van der Heijden, Zerbo, Malcore, Lupoli, Sarzi Puttini e
Ceriani.

ARBITRO – Davide Moriconi di Roma 2; due i precedenti per il fischietto laziale con i gialloblù: l’ultimo in in Fermana-Amiternina 3-4 (serie D 2015/16) con la fantasmagorica quadripletta di Molinari che al suo esordio in maglia canarina fece impazzire i tifosi, l’anno prima in Fermana-Celano 1-0 (gol di Bellucci e Pedalino sbaglia un rigore).  Assistenti Claudio Barone di Roma1 e Veronica Vettorel di Latina.

MOSTRA DELLE MAGLIE – Domani, all’interno della sala Hospitality Pitch Sud dello stadio di Bergamo sarà allestita un’esposizione delle maglie firmate Acerbis che hanno fatto la storia dell’Albinoleffe; sarà possibile visitare l’esposizione prima della gara e durante l’intervallo.

I PRECEDENTI – A Bergamo contro l’avversaria di domani c’è il solo precedente dello scorso anno (1-0); nello stesso stadio invece ben due apparizioni nella stessa annata di serie B 99/2000 contro Alzano (2-2) e Atalanta (4-0).
In un articolo di un anno fa dettagli.

Classifica generale alla vigilia della 33° giornata (32° per Fermana e Fano)

 

ARTICOLI CORRELATI

Edoardo Scrosta, parola all’ex: ”Contro l’Albinoleffe per vincere”

Al ”Recchioni” operativa anche la nuova hospitality

Fermana, il 2004 Kevin Marcaccio di nuovo in Azzurro

Fano-Fermana, fissato il recupero

La Fermana ha trovato casa: inaugurata la nuova sede sociale

Fermana, nel derby contro la Vis un punto che non fa classifica


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti