facebook twitter rss

Edoardo Scrosta, parola all’ex:
”Contro l’Albinoleffe per vincere”

SERIE C - Il granitico difensore centrale: "Sarà una gara molto tosta. Loro sono in una situazione in cui devono fare punti, di contro vogliamo rimanere nei play off quindi ognuno di noi darà più del massimo". Fermana di scena sabato pomeriggio all'interno dell'impianto di gioco bergamasco
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – Tornerà allo stadio “Altleti Azzurri d’Italia” da avversario il difensore Edoardo Scrosta (foto) che sabato, con la maglia della Fermana, affronterà la sua ex squadra, l’Albinoleffe, dove ha giocato nelle due passate stagioni.

Una gara a cui guarda con grande convinzione com’è lui stesso a dire: “Sono sicuramente carico: ci stiamo giocando i play off e affronto una mia ex compagine, tutte motivazioni che spingono a dare tanto. A Bergamo sono rimasto in contatto con molti giocatori, è normale ho abitato due anni lì. Con Gonzi, in particolare, perchè abbiamo abitato quattro anni insieme quindi è inevitabile che rimanga un rapporto di amicizia. Quando ci sentiamo, però, non parliamo mai o quasi mai di calcio”.

Guarda all’anticipo definendolo: “Una gara molto tosta. Loro sono in una situazione in cui devono fare punti. Noi vogliamo rimanere nei play off quindi ognuno di noi credo che darà più del massimo”.

Una stagione finora impeccabile quella del difensore centrale gialloblù che da subito ha saputo guadagnarsi la stima e la fiducia di tutto l’ambiente diventando anche uno degli idoli della tifoseria. Una grinta che riesce a tramettere in campo ed è percepita dagli spali: “Personalmente – risponde interrogato a riguardo – penso che sia una stagione molto positiva, ma di avere ancora da fare per farla diventare la migliore di sempre. Bisogna fare di più fino alla fine. Non è abbastanza per considerarla la migliore. Io pretendo molto da me stesso, bisogna sempre migliorarsi. Sono un giocatore che ha tanta fame quindi non riesco mai ad accontentarmi”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti