facebook twitter rss

I vandali della costa colpiscono ancora,
‘Dolce Vita’: «Usino quei droni
per controllare la spiaggia» (Le Foto)

PORTO SAN GIORGIO - Continuano le denunce da parte dei concessionari di spiaggia per le sortite notturne di vandali che lasciano in spiaggia una scia di danni. Oggi è il turno della centralissima concessione balneare
mercoledì 12 Giugno 2019 - Ore 09:12
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

Non si arresta l’ondata di atti vandalici a danno dei concessionari di spiaggia sangiorgesi. Dopo la denuncia di danni da parte del titolare dello chalet La Conchiglia (leggi l’articolo), oggi è il turno dei proprietari del vicino ‘Dolce Vita’. Nel week end, infatti, i vandali che, stando ai racconti degli operatori balneari ad ogni week end mettono a ferro e fuoco la spiaggia, hanno ‘colpito’ anche nella centralissima concessione balneare.

Nella conta dei danni, dunque, ci finiscono una vaschetta-lavandino, sradicata da terra e spaccata, una vetrata della veranda rotta, e dei bidoni per l’immondizia spezzati di netto.

“Ormai ogni volta che veniamo ad aprire la concessione tremiamo al solo pensiero di quello che troveremo – le dichiarazioni dei proprietari del Dolce Vita – eppure nel fine settimana siamo rimasti fino alle 5 per controllore. E siamo tornati alle 6,30. Quindi hanno fatto il finimondo in quell’ora e mezza. Bisogna assolutamente trovare una soluzione”. Al di là del danno economico per la sistemazione delle attrezzature, che comunque pesa eccome sulle tasche degli operatori, c’è da aggiungere anche le difficoltà che i danneggiamenti provocano nell’organizzazione del lavoro quotidiano delle concessioni balneari, chiamate a un’attenzione particolare nei confronti dei clienti. E mettiamoci pure che in una stagione balneare che sembra sempre più striminzita, ogni giorno ha il suo peso per il fatturato.

Poi, dal Dolce Vita, arriva la proposta rivolta alle autorità: “Nelle scorse settimane abbiamo sentito parlare di fondi per acquistare dei droni da utilizzare per contrastare il commercio abusivo e l’ambulantato. Arriveranno questi droni? Bene, e allora perché non li usano anche per controllare la spiaggia di notte“. Insomma il messaggio che dal litorale parte alla volta delle istituzioni tutte è chiaro: urgono controlli mirati. Sì perché i balneari sono ben consapevoli che i pattugliamenti sul lungomare da parte delle forze dell’ordine sono sicuramente utili ma, con quei vandali a spostarsi spesso sulla sabbia, nel buio della notte, magari con sortite lampo, servono pattugliamenti mirati, ad hoc.

 

“La spiaggia di notte diventa un campo di battaglia: danni e devastazione, ora basta” (Le Foto)

Lotta al commercio abusivo: fondi del Viminale a Porto San Giorgio, firma prefetto-sindaco sul protocollo ‘Spiagge sicure’

Lotta all’abusivismo in spiaggia anche dal cielo: arriva il drone pilotato dalla polizia locale


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X