fbpx
facebook twitter rss

La piaga dell’alcol tra i giovani:
raffica di interventi
della Croce azzurra in spiaggia

PORTO SAN GIORGIO - Interventi a doppia cifra per i militi della pubblica assistenza sangiorgese impegnati con quattro equipaggi. Un giovane trasportato al pronto soccorso con una ferita in faccia
Print Friendly, PDF & Email

Praticamente un continuo, per tutta la notte. Ieri per la Croce azzurra di Porto San Giorgio, in campo con ben quattro equipaggi, è stata una nottata da dimenticare. I militi della pubblica assistenza sangiorgese sono stati chiamati a intervenire per soccorrere giovani ubriachi lungo tutto il litorale. Intorno alla mezzanotte hanno anche soccorso un ragazzino che, per cause ancora in fase di accertamento, ha riportato delle ferite al volto e una contusione alla spalla. Su questo specifico episodio stanno lavorando i carabinieri. Tornando all’alcol, più di dieci gli interventi della Croce azzurra, già dalla mezzanotte.

La spiaggia, infatti, è stata presa d’assalto da tantissimi giovani. E per molti di loro, purtroppo, è stato richiesto l’intervento del 118 per abuso di alcol. In alcuni casi si tratta anche di minorenni. Il controllo della città, dove era in corso la Notte rosa, da parte delle forze dell’ordine, tra carabinieri, polizia, guardia di finanza e polizia municipale, è stato capillare. In campo anche l’associazione nazionale carabinieri e la protezione civile. Infatti tra le vie del centro, nonostante la massiccia presenza di visitatori, tutto è filato liscio.

Ma la spiaggia è altra cosa, un altro ‘universo’. Con il favore del buio l’arenile spesso diventa terra di nessuno, con ragazzini, come più e più volte denunciato dagli operatori balneari, a bere, consumare sostanze stupefacenti e anche a ‘dilettarsi’ in atti vandalici a danno delle attrezzature dei concessionari di spiaggia. Praticamente un mondo a parte, difficile da controllare a meno che non si ricorra a interventi mirati, ad hoc. Un film, purtroppo, già visto troppe volte, soprattutto nei week end. Così anche ieri alcuni chalet sono stati costretti a fare anche i conti con ombrelloni danneggiati e pile di lettini scaraventate sulla sabbia. E diversi operatori balneari sono stati costretti a trascorrere la notte all’interno delle concessioni nel tentativo, spesso vano, di arginare l’ondata di danni. Un problema ben noto a istituzioni (leggi l’articolo) e forze dell’ordine (leggi l’articolo) che stanno cercando di imprimere una stretta sulla vendita di alcolici ai minorenni, con sanzioni anche a maggiorenni che si prestano all’acquisto per conto dei primi. Una piaga sempre più diffusa, difficile da arginare. E che purtroppo ha consegnato alla città un’altra nottata da incubo.

g.f.

Alcolici, i dettagli dell’ordinanza Loira avverte: “Sanzioni anche ai maggiorenni che li cedono ai minori”

Alcol acquistato per un minore, la polizia ‘pizzica’ un maggiorenne: è il primo caso ‘post-ordinanza’

La polizia arriva anche sulla battigia: ragazzi identificati, spunta l’hashish


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X