facebook twitter rss

L’analisi di Mauro Antonioli
e le scuse di Marco Comotto, la
Fermana ora punta dritta a Gubbio

SERIE C - Conferenza stampa alla ripresa degli allenamenti settimanali direttamente dalla sede Vega, tra gli sponsor stagionali dei gialloblù. Match analysis sul pareggio contro l'Arzignano del tecnico, condito in remoto dalle spiegazioni del pilastro difensivo, reo di un rosso diretto dopo pochi frangenti di sfida costato la squalifica per due giornate. Tutto proiettato al prossimo impegno di campionato, per il quale è aperta la prevendita riservata ai tifosi fermani
Print Friendly, PDF & Email

Mister Mauro Antonioli dalla sede della Vega

PONZANO DI FERMO – La settimana di lavoro dei canarini, come tipico da sempre, parte da quest’oggi, martedì, e sarà proiettata nella circostanza alla volta della sfida esterna di Gubbio, in programma nel week end.

Rispetto agli standard abituali, però, da citare il cambio di sede logistica: le parole di mister Mauro Antonioli sono state infatti pronunciate presso la sede della Vega, accessori per elevatori, tra gli sponsor della Fermana Football Club di stagione.

Comotto? Episodio da censurare, l’unica giustificazione possibile, per così dire, è la lettura del gesto come di un raptus – l’approccio analitico riservato all’episodio del rosso diretto sventolato all’esperto difensore centrale (per approfondimenti consultare gli articoli sotto correlati) -. Marco, sentito ieri, ha chiesto scusa a tutti, società, squadra e tifosi. Dispiace, avremo delle mancanze importanti nelle prossime partite e la sua automatica squalifica di certo non giova, soprattutto in difesa”.

“Su Scrosta – uscito anzitempo per un problema muscolare il trainer ha affermato – spero, ma non penso, che si tratti di uno stop di una sola giornata. L’auspicio è quello di assistere ad un mezzo miracolo, ma sarà difficile averlo prima della sosta”.

“Tornando a domenica, l’inizio di match non mi è piaciuto. Merito dell’Arzignano a schiacciarci alti nella nostra metà campo, non l’avevamo preparata infatti così bassi ed attendisti – ha proseguito Antonioli -. Il nostro possesso poi si sviluppava male, con la palla riconsegnata a loro, poi l’episodio del rosso diretto ci ha svegliati mentalmente. Ho cambiato qualcosa, alzato Iotti e tutti i ragazzi hanno dato fondo ad ogni loro energia disponibile, in maniera incredibile. Un complimento a tutti loro”.

“Contro il Gubbio troveremo due attaccanti di fronte al nostro pacchetto difensivo – l’occhio gettato all’immediato futuro -, e per come siamo, anche per le defezioni di cui dicevamo in apertura, cercheremo di farci trovare in superiorità numerica in fase difensiva. Poi è chiaro, vedremo anche con i lavori in settimana come si svilupperà la preparazione del match. Manè a schermo di retroguardia sta facendo bene, ma come riaffermo tutto si deciderà nei giorni di lavoro che ci dividono dalla sfida”.

p. g. 

 

Capitan Marco Comotto

Poi eccole le parole di capitan Marco Comotto, leader del gruppo e l’uomo con più presenze attualmente in rosa.

Il numero cinque è stato così appiedato per due giornate dal giudice sportivo per “aver colpito con un pugno al volto un avversario con il pallone non a distanza di gioco” si legge nel relativo dispositivo ufficiale.

Per questo non ha esitato a metterci la faccia, in un momento negativo, da buon capitano.

Voglio chiedere scusa a tutti per quanto avvenuto. Ai miei compagni lo ribadisco perché li ho messi in difficoltà, lasciandoli in dieci per 70 minuti in uno scontro diretto – afferma tramite i canali ufficiali della società -. L’ho già detto a loro, mi dispiace tantissimo: sono il capitano, dovrei essere un appiglio nei momenti difficili e invece ho creato problemi. Voglio chiedere scusa soprattutto ai tifosi: rivedendolo alla tv sono rimasto sbalordito perchè non mi sono reso conto di quanto fosse realmente accaduto. Capisco e comprendo benissimo la loro amarezza e mi dispiace enormemente non aver reso onore con quel gesto al mio ruolo e alla maglia: per loro sono dispiaciutissimo. Un gesto che non fa bene neanche alla Fermana che rappresento da anni e alla società devo tantissimo e ovviamente a vanno le mie scuse”.

Un gesto che non rientra nei canoni di comportamenti di Comotto che in gialloblù mai era stato allontanato con un rosso diretto: “Non mi era mai successo in tutta la mia carriera ed è un qualcosa che non rientra nel mio modo di intendere il calcio. Chiaramente non mi nascondo e sono pronto alle conseguenze che a livello disciplinare comporterà questa situazione, che ripeto mi addolora molto. Sono convinto che abbia inciso in maniera determinante sull’andamento della gara. Chiedo nuovamente scusa a tutti quanti, questa situazione mi ha fatto stare veramente male per il danno che ho portato alla Fermana in generale e alla squadra”.

 

Nel mentre è aperta la prevendita per i tifosi ospiti in vista del match di domenica alle ore 15:00, per come detto, contro il Gubbio allo stadio “Pietro Barbetti”.

La stessa si chiuderà sabato 14 dicembre alle ore 19, in quanto il botteghino del settore ospiti rimarrà chiuso il giorno della gara.

 

I tagliandi per il match sono acquistabili:

 

– Presso l‘Official Store della Fermana F. C. di viale Trieste.

Questi gli orari dello Store, da martedì 10 dicembre a venerdì 13 dicembre dalle ore 16:30 alle 19:30;  sabato 14 dicembre dalle ore 10:30 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 19:00.

– Presso tutti i punti vendita “VivaTicket” presenti sul territorio nazionale

– Sul sito internet: www.vivaticket.it

 

 

Prezzi

Curva Ospiti al prezzo unico di € 10,00 più diritto di prevendita
(Omaggio sotto i 7 anni)

Tribuna Laterale Ospiti al prezzo di € 18,00 (Intero)

 

Ridotti

Over 65 € 14,00
Dai 15 ai 18 anni € 5,00
Dagli 8 ai 14 anni € 2,00
Donna € 8,00 più
(omaggio sotto i 7 anni)

Anche in questo caso i prezzi sono da intendersi più diritto di prevendita.

 

Articolo correlati: 

Fermana in dieci assapora la vittoria, la beffa arriva nel recupero

Fermana-Arzignano, le voci dalla sala stampa

Le pagelle del “Pampa”, dopo Fermana–Arzignano

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X