fbpx
facebook twitter rss

Le Olimpiadi della Filosofia
al liceo classico ‘Annibal Caro’:
120 studenti protagonisti

FERMO - Il responsabile del progetto, il professor Massimo Cupelli, insegnante di filosofia nell’istituto fermano, mostra viva soddisfazione per la partecipazione massiccia degli studenti: “120 partecipanti rappresenta un bel successo che dimostra l’interesse vivo che c’è in questa scuola per la filosofia”
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

Anche quest’anno il Liceo classico ‘A. Caro’ di Fermo ha organizzato per i suoi studenti le Olimpiadi di Filosofia. Si tratta di una competizione promossa dal Miur in collaborazione con la Società Filosofica Italiana. Il progetto prevede tre fasi di selezione: d’istituto, regionale, nazionale.
L’istituto fermano ha già svolto la prima fase: 120 studenti del Liceo classico, liceo delle scienze umane e liceo economico sociale hanno svolto la prova ai fini della selezione d’istituto. È stato chiesto loro di redigere un saggio breve a partire da testi filosofici proposti dalla commissione esaminatrice. Veniva chiesto loro di sviluppare una riflessione personale sull’argomento emergente dal testo.

“I temi proposti – spiegano dall’Annibal Caro – hanno spaziato dalla questione ambientale alla meccanica quantistica, dalla politica all’etica e alcuni di loro hanno svolto la prova in lingua inglese. La commissione dovrà selezionare quattro elaborati (due in lingua italiana e due in lingua inglese): i vincitori passeranno alla fase di selezione regionale”.
Il responsabile del progetto, il professor Massimo Cupelli, insegnante di filosofia nell’istituto fermano, mostra viva soddisfazione per la partecipazione massiccia degli studenti: “120 partecipanti rappresenta un bel successo che dimostra l’interesse vivo che c’è in questa scuola per la filosofia”.

L’insegnante aggiunge di essersi impegnato in questo progetto perché ritiene utile proporre ai ragazzi esperienze formative nuove che permettano loro di mettersi alla prova e confrontarsi con una tipologia di esame sempre più utilizzata nel mondo accademico e in diversi ambiti lavorativi nei quali la scrittura rappresenta una competenza molto importante.
Gli studenti hanno svolto la prova con serietà e compostezza. Uno di loro dichiara: “I testi proposti erano complessi ma molto interessanti”. Un’altra partecipante appare entusiasta: “Ho scelto il testo di estetica, la parte della filosofia che mi coinvolge di più”.
“In un’epoca di comunicazione veloce e superficiale – concludono dal liceo – è incoraggiante vedere come molti adolescenti siano interessati alla filosofia e ad un approccio critico e profondo nei confronti della vita”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X