facebook twitter rss

Aggressione a Torre di Palme,
l’auto in fuga ‘incastrata’
dalla videosorveglianza comunale

FERMO - Dal Comune: "E’ stato proprio grazie alle telecamere installate nell’intero territorio comunale che gli agenti della Polizia Municipale, insieme alle Forze di Polizia, hanno potuto individuare l’auto degli autori del fatto di cronaca che nei giorni scorsi è accaduto a Torre di Palme"
Print Friendly, PDF & Email

“Sistema di videosorveglianza sempre più a servizio della sicurezza. E’ stato proprio grazie alle telecamere installate nell’intero territorio comunale che gli agenti della Polizia Municipale, insieme alle Forze di Polizia, hanno potuto individuare l’auto degli autori del fatto di cronaca che nei giorni scorsi è accaduto a Torre di Palme”.

Lo rimarcano dal Comune con un comunicato stampa. E il riferimento è al raid in un casolare nel corso del quale sono spuntati dei coltelli e due persone, di cui una grave, sono rimaste ferite.
L’auto è stata poi intercettata, il giorno seguente, a San Benedetto del Tronto dove la polizia ha arrestato uno dei due occupanti. Mentre altre due persone ricollegabili ai fatti di sangue della sera prima, sono tutt’ora latitanti. 

“Il sistema di videosorveglianza della città, che si compone di circa 150 telecamere distribuite in tutto l’esteso territorio cittadino – ricordano dal Comune – si conferma quale sistema d’ausilio alle forze dell’ordine nella vigilanza e nella sicurezza. L’Amministrazione Comunale ha investito molto in questi anni su questo sistema integrato di sicurezza urbana intelligente, partecipando anche a bandi nazionali. Una copertura massiva della città soprattutto in quelle zone scoperte o che comunque meritavano maggior attenzione.

Il sistema negli anni è stato rafforzato e verrà ulteriormente implementato, visti gli effetti ed i benefici, senza dimenticare quanto la videosorveglianza sta facendo anche a Tre Archi con il bando periferie insieme all’illuminazione potenziata, il tutto sempre nell’ottica della sicurezza”.

“Si tratta di un esempio concreto rispetto a quanto tutti noi auspichiamo – il commento del sindaco Paolo Calcinaro – un sistema quello della videosorveglianza che ha portato ad un numero importante di telecamere su tutto il territorio comunale. Una pronta risposta ed un bel segnale nella direzione della sicurezza, tema per il quale va sempre il nostro ringraziamento per l’operato quotidiano e instancabile della forze dell’ordine, per il loro sempre prezioso lavoro di prevenzione e controllo”.

“Questo sistema funge da deterrente e costituisce un valido strumento d’ausilio al già sempre efficiente lavoro d’indagine della Polizia Municipale e delle forze dell’ordine, che ringrazio tutti per l’attività intensa e capillare a favore della sicurezza della città – le parole dell’assessore alla Polizia Municipale Mauro Torresi – la videosorveglianza è un valido strumento anche per mantenere il decoro urbano, visto che sono stati diversi i casi in cui, grazie a questo sistema, sono stati individuati i responsabili di alcuni atti proprio contro il decoro della città e contro l’abbandono indiscriminato dei rifiuti”.

Raid nel casolare di campagna: spuntano i coltelli Ci sono dei feriti, uno è gravissimo

Dopo l’aggressione il rocambolesco inseguimento, la polizia spara in aria e blocca un fuggitivo: caccia ad altri due


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X