facebook twitter rss

La Sangiorgese ha
deciso in autonomia: il campionato
2019/20 finisce qui

CORONAVIRUS - I nerazzurri rivieraschi impegnati nel circuito calcistico di Prima categoria, girone C, indipendentemente dalla risoluzioni che arriveranno dalla Lega Nazionale Dilettanti via Comitato Regionale Marche nel merito dell'epilogo del torneo corrente, comunicano in un apposito dispaccio ufficiale le motivazioni della scelta giunta ponderata quanto irrevocabile
Print Friendly, PDF & Email

La Sangiorgese di stagione saluta il proprio pubblico al termine di una gara disputata in trasferta

 

di Paolo Gaudenzi

PORTO SAN GIORGIO – “A fronte dell’attuale grave situazione in cui versa il Paese, e di conseguenza il sistema calcio, con la previsione che le misure cautelative e restrittive atte al contenimento del virus saranno in essere almeno fino al prossimo 3 maggio, la Sangiorgese Calcio 1922 ritiene la propria attività sportiva terminata per la stagione 2019/20″.

Apre con questa decisione, a nostro parere legittima quanto inevitabile, il dispaccio nerazzurro a campeggiare sui canali ufficiali web societari.

“L’organizzazione e la struttura della società non permetteranno di riprendere l’attività, se mai ce ne dovesse essere la possibilità, in periodi ulteriormente prorogati e forse prossimi alla stagione estiva. Il campionato 2019/20 doveva essere, nelle intenzioni della nuova compagine societaria, un anno di ripartenza in cui ricreare credibilità, rapporto con la città e l’amministrazione comunale, costruire una squadra più rappresentativa della città e del territorio e ambire almeno a una posizione nei play off”.

“I risultati progettuali possono dirsi ampiamente raggiunti, per quelli tecnici la squadra è al 4° posto e, fino a poche partite dallo stop, a un passo dal primo – prosegue la società del direttore sportivo Giulio Spadoni -. E’ chiaro che l’impossibilità di concludere regolarmente il torneo produce un danno tecnico non potendosi raggiungere un risultato migliore, ma questo è al momento un pensiero secondario e forse superfluo. Molti tesserati hanno fornito le loro prestazioni a titolo gratuito o quasi, quanto a quelli che percepiscono rimborsi spese la società garantirà gli stessi fino alla data di cessazione dell’attività sportiva, ovvero fine febbraio, per altro in grande parte già corrisposti”.

“L’inattività comporta la quasi totale riduzione delle entrate e per i tesserati delle spese sostenute per partecipare a allenamenti e gare. In questa fase la società è e sarà proiettata alla predisposizione della futura stagione sportiva, con l’intenzione di creare un progetto comune con l’Asd Elite Sangiorgese, società di puro settore giovanile, e, nel caso, allargato ad altre realtà della città e del territorio, anche sotto forma di collaborazione – conclude il messaggio -. Un progetto incentrato sui giovani locali che possa creare la base per un futuro duraturo e soddisfacente per la Sangiorgese che, nel 2022, festeggerà i 100 anni di storia. Per il resto si prenderà atto e si rispetteranno le decisioni che verranno adottate dalla Lega Nazionale Dilettanti sia nazionale che regionale. Grazie a tutti quanti hanno fattivamente partecipato e collaborato, dai tesserati ai dirigenti, agli sponsor, agli organi di informazione e in particolare ai tifosi che crediamo siano ritornati a essere orgogliosi della loro squadra e società”.

 

Articoli correlati: 

Il calcio del Fermano, la panoramica di giornata

Il calcio del Fermano, la panoramica di giornata

Ultras Psg, buoni pasto ed assistenza logistica per la città

Per la Elite Sangiorgese un 2019 da incorniciare


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti