facebook twitter rss

Trasferta amara per il Montegiorgio,
Atletico Pse di nuovo ai box

SERIE D - I padroni di casa del Castelnuovo Vomano, di mister Di Fabio e del diesse Cicchi, stoppano i rossoblù sul 3-1. Per il Porto Sant'Elpidio, dopo l'astensione dai giochi di sette giorni fa in quel di Rieti, una nuova precauzionale domenica senza calcio a causa del Covid: rinvita la sfida domestica contro il Real Giulianova
Print Friendly, PDF & Email

Il calcio d’inizio del secondo tempo tra Castelnuovo Vomano e Montegiorgio. Sotto, alcune fasi dell’incontro vinto dai padroni di casa

 

di Paolo Gaudenzi

FERMO – Appuntamento di stagione numero 6 quello programmato per il primo pomeriggio odierno nel merito delle dinamiche del girone F, sponda Campionato Nazionale Dilettanti.

Di nuovo semplice spettatore, però, l’undici dell’Altetico Porto Sant’Elpidio, già ai box sette giorni fa non avendo disputato la gara in casa del Rieti per riscontrata positività al Covid 19 di un tesserato laziale. Caso tra l’altro non isolato, con un secondo contagiato emerso poi dai tamponi scattati in automatico nel contesto di riferimento in virtù delle prassi sanitarie vigenti (match che verrà recuperato mercoledì 11 novembre, con calcio d’inizio alle 14.30).

Claudio Cicchi e Guido Di Fabio, vecchie conoscenze del calcio fermano (e non solo) oggi rispettivamente direttore sportivo e guida tecnica degli avversari del Montegiorgio

Quest’oggi invece, la sfida prevista in casa contro il Real Giulianova è stata rimandata per precauzione: in seno alla compagine biancoblù potrebbe infatti celarsi un elemento contagiato dal Coronavirus. In attesa di riscontri certi (con gli esiti dei tamponi in arrivo ad inizio di settimana), la società rivierasca ha scelto la via della precauzione, chiedendo ed ottenendo dalla Lnd il rinvio della sfida a gara da destinarsi.

Tornando agli esiti sportivi frutto del campo, per il Montegiorgio ecco dunque la trasferta in terra d’Abruzzo per fare visita al Castelnuovo Vomano, compagine a vedere in panchina l’indimenticato ed indimenticabile capitano storico dell’allora Fermana Calcio 1920, Guido Di Fabio, tecnico di un collettivo costruito dalla mano sapiente, tra le altre, dell’ex direttore sportivo della Folgore Veregra, Claudio Cicchi.

Due vecchie conoscenze del calcio fermano ora prestate alla causa neroverde, ad annoverare tra le cartucce offensive due ex come Sbarbati e Titone.

CASTELNUOVO VOMANO (TE) – Sortita amara quella effettuata dai rossoblù, usciti sconfitti per 3-1 dalla tana dei teramani. Eddy Mengo, in chiave formazione, tutelava la linea a quattro di sette giorni prima, inserendo però in attacco il dinamismo di Faye al fianco di Cuccù, per una coppia offensiva innescata da Albanesi. Al centro delle operazioni di mediana, da prassi, Omiccioli, con mezz’ala Trillini, goleador di giornata ad edulcorale parzialmente il tris dei padroni di casa.

IL TABELLINO

Le formazioni di partenza

CASTELNUOVO VOMANO 3: Natale, Olivi, Sanseverino, Casimirri, Loviso, Terrenzio, D’Egidio, Bregassi, Sbarbati, Elili Lor., Di Ruocco. A disposizione: Olivieri, Seck, Ferri, Emili Leo., Morganti, Agbonifo, Porrini, Gentile, Titone. All. Guido Di Fabio

MONTEGIORGIO 1: Marani, Tempestilli, Montanaro, Omiccioli, Cichella, Perini, Albanesi, Trillini, Faye, Cuccù, Zancocchia. A disposizione: Renzi, Lattanzi, Gnaldi, Marziali, Misin, Santoro, Cernetti, Pampano, Lupoli. All. Eddy Mengo

ARBITRO: Gianluca Catanzaro di Catanzaro, Giovanni Francesco Massari di Molfetta e Michele Desiderato di Barletta

RETI: 30′ e 67′ D’Egidio , 40′ Di Ruocco, 72′ Trillini

LA CRONACA

Approccio pimpante alla contesa quello messo in mostra sin dai primi minuti dal Montegiorgio, ma il Castelnuovo reggeva l’urto, contenendo le minacce per replicare in rete e spezzando quindi l’equilibrio iniziale a cavallo della mezz’ora di gioco.  D’Egidio (a referto con un doppietta) liberava così il sinistro con traiettoria implacabile, destinata all’incrocio, a sterilizzare le resistenze dell’estremo Marani. L’undici fermano non aveva il tempo di organizzarsi e prima del duplice fischio la compagine di Guido Di Fabio, spinta dall’entusiasmo frutto del vantaggio, metteva la sfida in ghiaccio. Correva infatti il 40′ quando si palesava il contropiede affilato e prontamente capitalizzato nel sacco da Di Ruocco.

Nella ripresa il Montegiorgio metteva sul prato verde la generosa reazione del caso, ma nel picco positivo degli sforzi arriva implacabile la chiusura del sipario, all’altezza del 67′ di gioco, con D’Egidio a perforare per la terza volta la retroguardia del direttore sportivo Zeno Cesetti. A riaprire le speranze fermane ci pensava così Trillini, deviando in rete l’ottimo assist sfornato da Lupoli, con un perentorio colpo di testa.

I riflessi di classifica vedono così i rossoblù fermi a 7 punti, in una zona pressoché equidistante dagli estremi play off ed out della stessa, ma con il doveroso computo consuntivo che vede la mancata disputa di moltissime partite di giornata: aspetto che rende il quadro pomeridiano del tutto relativo. Per il Porto Sant’Elpidio, di contro, graduatoria a recitare 2, ma per come anticipato in apertura al netto di ben due partite da recuperare: nell’ordine la trasferta di Rieti (11 novembre) ed il match casalingo al cospetto del Real Giulianova.

 

Articoli correlati:

Montegiorgio punto interno, Atletico Pse a riposo forzato

Per Montegiorgio ed Atletico Pse una domenica da dimenticare

Montegiorgio all’inglese, Atletico Pse a reti bianche

Montegiorgio paga il tris, l’Atletico Porto Sant’Elpidio prende il punto ai titoli di coda

Montegiorgio e Porto Sant’Elpidio, inizio di stagione in agrodolce


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti