facebook twitter rss

Rennova-Sutor, si parte: le considerazioni con il vice coach Scalabroni

SERIE B - Domani, sabato 12 giugno, la prima palla a due della decisiva sfida salvezza in casa dei biancorossi. "Arriveremo all'appuntamento molto più pronti con Teramo di quanto atto con Mestre, soprattutto dal punto di vista fisico. Sarà un banco di prova molto importante, le gare contro la Vega sono state un test utile per arrivare alla sfida nel miglior modo possibile”, le considerazioni del tecnico
Print Friendly, PDF & Email

 

MONTEGRANARO – Con la voglia e la consapevolezza di voler raggiungere il traguardo.

Domani (ore 18.30) la Sutor Montegranaro giocherà gara 1 del secondo turno dei playout sul campo della Rennova Teramo a Spicchi.

Siamo arrivati all’atto finale, quello che vale una stagione per entrambe le formazioni, e con le ultime energie rimaste, i calzaturieri vogliono arrivare all’obiettivo che si sono prefissati ad inizio stagione. Con il vice allenatore Nicola Scalabroni (foto) abbiamo provato a fare il punto della situazione.

Coach, rispetto alle gare con Mestre, che playout sarà quello contro Teramo?

“Sarà il momento decisivo della stagione, a livello di tensione le gare che si susseguiranno ogni due giorni porteranno le squadre ad un livello alto di adrenalina. Sono convinto che arriveremo molto più pronti con Teramo di quanto la squadra ha fatto con Mestre, soprattutto dal punto di vista fisico. Sarà un banco di prova, molto importante, le gare con Mestre sono state un test utile per arrivare a questa sfida nel miglior modo possibile”.

Quali differenze incontrerà la Sutor con Teramo rispetto alle sfide con la Vega?

“Mestre si è dimostrata più squadra, Teramo ha nel proprio roster giocatori che si possono infiammare come Rossi e Serroni, senza dimenticare il grande talento di Cucco e Tiberti. Insomma, sono due squadre diverse Teramo secondo me ha più talento di Mestre che si è basata però sull’organizzazione del gioco”.

Come è successo con Mestre, la Sutor non avrà il fattore campo dalla sua. Pensa che questo possa fare la differenza?

“In questo momento credo che il fattore campo conti poco. Secondo me sarà più importante l’approccio mentale alle gare, e la Sutor in questa settimana di allenamenti ha dimostrato di aver recepito il messaggio che è arrivato da parte dello staff tecnico. Teramo è una squadra molto rognosa, difficile da affrontare dal punto di vista caratteriale. Sarà molto importante essere concentrati su quello che dovremo fare in campo”.

Qual è la condizione della Sutor in questo momento?

“Stiamo meglio rispetto a quando è iniziata la serie con Mestre. I dieci giorni di allenamento continui e le tre sfide con la Vega, ci hanno dato una condizione diversa. Arriveremo domani meglio sia dal punto di vista fisico che mentale. Abbiamo due punti di riferimento come i senior Bonfiglio e Marini che sapranno guidarci in questo tipo di partite. Sono sicuro che faremo bene andando in campo nel miglior modo possibile”.

Quali sono le condizioni di Cipriani, che non ha giocato il playout con Mestre?

“Per noi Cipriani è un giocatore fondamentale che ha fatto bene in questa stagione. E’ tornato ad allenarsi fuori da gruppo facendo tutte le cose che gli sono state chieste e valuteremo durante il riscaldamento di domani, il suo eventuale impiego”.

Radiocronaca – I tifosi potranno seguire la radiocronaca di gara 1 in programma domani, sabato 12 giugno, su Sutor Tv al seguente link: http://www.sutortv.com/ oppure sulla pagina Facebook della Sutor Basket Montegranaro.

 

Articoli correlati: 

Verso Rennova-Sutor, alla vigilia del delicato playout parola a coach Ciarpella

Sutor-Teramo, si parte nel fine settimana

La serie si chiude con il successo di Mestre, alla Sutor la sfida da dentro o fuori contro Teramo


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti