facebook twitter rss

Maxi incendio, rimborso per 19 treni: coinvolti 11mila passeggeri

TRENITALIA per Frecce e Intercity ha disposto per la giornata di ieri l’indennizzo al 100% dopo il devastante rogo che ha coinvolto Castelfidardo, Loreto, Numana e Porto Recanati
Print Friendly, PDF & Email

 

I soccorsi ieri a Porto San Giorgio

Con l’emergenza di ieri dovuta all’incendio divampato a Castelfidardo, oltre a quello scoppiato a Pescara, la Linea Adriatica ferroviaria è stata interrotta portando inevitabili ripercussioni fino a questa mattina.

L’assistenza di Trenitalia, Gruppo Fs Italiane, per Frecce e Intercity ha disposto per la giornata di ieri l’indennizzo al 100% disposto per un totale di 19 treni.
I passeggeri interessati da ritardi e cancellazioni dei treni sono stati circa 11mila con le seguenti azioni di smart caring: 7.562 sms e 2.043 mail mentre 1.405 utenti non sono stati contattabili. Con il supporto della Protezione Civile e dell’Anpas, sono stati distribuiti circa 5mila kit di generi di conforto.

Su tutte le 14 Frecce coinvolte è stata fatta assistenza a bordo con welcome drink. A disposizione dei passeggeri trovatisi coinvolti nel disagio legato esclusivamente agli incendi, sono stati messi a disposizione 21 autobus distribuiti nelle stazioni di Ancona, Torino, Milano, Bologna, Termoli, Foggia e Bari mentre il personale di assistenza di Trenitalia è stato presente fino a tarda notte nelle stazioni, oltre che di Ancona, pure di Torino, Milano, Bologna, Rimini, Bari, Foggia, Lecce e Venezia. In queste stazioni sono stati aperti i FrecciaClub/Lounge.

I disagi legati agli incendi hanno coinvolto infatti anche le stazioni, sia a Nord che a Sud, verso le quali erano diretti i vari treni rimasti bloccati. Tra queste anche Porto San Giorgio con  circa 800 persone rimaste bloccate e che si sono riversate nel centro cittadino.

Treni bloccati fino a notte fonda, oltre 800 passeggeri in stazione. Il prefetto Filippi: “Gestita e risolta una situazione complessa”

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti