facebook twitter rss

Nelle Marche 16 ricoveri in meno ma i parametri restano da zona arancione. Quattro decessi nel Fermano

IL SERVIZIO SANITA' ha comunicato il report con la situazione complessiva, sette le persone decedute con patologie pregresse tra cui una 41enne di Castelfidardo
Print Friendly, PDF & Email

I parametri restano sopra la soglia della zona arancione, ma ci sono 16 ricoveri in meno rispetto a ieri nelle strutture ospedaliere della regione. Sette i morti positivi al Covid nelle Marche, avevano tutti delle patologie pregresse. E’ questa l’estrema sintesi del report con la situazione complessiva, registrata oggi dal Servizio Sanità della Regione. Per quanto riguarda le vittime sono morti una 41enne di Castelfidardo, un 59enne di Montemonaco, un 86enne e una 89enne di Fermo, una 85enne di Montecalvo in Foglia, una 93enne di Rapagnano e una 78enne di Monte Urano.

Venendo ai ricoveri, come già detto, sono 16 in meno rispetto a ieri nelle strutture ospedaliere delle Marche. Nel dettaglio: tre in meno in terapia intensiva, 10 in meno in reparti non intensivi, tre in meno in quelli di semintensiva, 19 i dimessi. Nel complesso ci sono quindi 392 pazienti negli ospedali della regione, più 61 nei pronto soccorso che non sono conteggiati non essendo ricoverati (di cui 6 a Macerata, 13 a Civitanova, 2 a Camerino).

Sono così suddivisi: in terapia intensiva 58 ricoverati di cui 3 a Civitanova (il 22,6% rispetto ai 256 posti letto disponibili attualmente nelle Marche, il limite per la zona arancione è il 20%) e in Area medica 334 persone di cui 7 a Civitanova e 11 a Macerata in semintensiva e 6 a Civitanova, 11 a Macerata e 16 a San Severino in reparti non intensivi (il 32,7% dei posti totali della Regione che sono 1.027, il limite per la zona arancione è il 30%). Sono 229 gli ospiti nelle strutture territoriali e 59.941 le persone in quarantena nelle Marche, di cui 12.053 nel Maceratese.

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti