Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook twitter rss

Sicurezza, Calcinaro nel “post-Prisco”: «Ho chiesto e mi aspettavo di più ma bene l’interesse di un esponente di Governo»

FERMO - «Io non sono contrario al presidio fisso. Abbiamo anche dei locali in via Aldo Moro, e anche i fondi per sistemarli. E lo faremo. Ma se si hanno problema a trovare nuovi agenti per le pattuglie, un presidio fisso lo vedo francamente irrealizzabile, almeno a stretto giro. io francamente, dovendo scegliere tra una pattuglia in più e due agenti al presidio, preferisco la prima opzione. E rigiro la domanda ai cittadini: preferiscono due poliziotti "fissi" o "mobili" e pronti all'eventuale intervento?»

di Giorgio Fedeli

«Ho chiesto di più e francamente mi aspettavo di più. Ma al contempo non posso non rallegrarmi del fatto che un esponente del Governo abbia mostrato interesse al Fermano, e abbia anche preso l’impegno di tornare da qui a qualche mese per fare il punto sulla situazione». E’ quanto dichiarato dal sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro, che ieri mattina ha preso parte, insieme agli omologhi di Porto Sant’Elpidio e Porto San Giorgio, a un comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica in prefettura, presieduto dal sottosegretario all’Interno, Emanuele Prisco. 

L’esponente di Governo non ha illuso il tavolo, anzi è andato giù diretto: per il momento non ci sono forze dell’ordine da destinare al Fermano, per ingrossare le fila di Questura e Comando provinciale dei Carabinieri. E non se ne fa nulla nemmeno di un presidio fisso di Polizia a Lido Tre Archi. Ma tra i sindaci non è passata in sordina, anche se non emerso durante il Comitato, la notizia di un potenziamento dell’organico di Polizia per Ancona. E questo rappresenta un controsenso. Se è vero che le Marche sono la penultima regione in Italia per reati (e questo legittima le attenzioni del Governo rivolte prioritariamente verso altri territori con maggiori e ben altre criticità), è anche vero che il Fermano ha il maggior numero di reati tra le province marchigiane (ecco allora che la domanda sorge spontanea: perché altra Polizia ad Ancona e non qui?).

«Ripeto, ho chiesto e mi aspettavo di più. Ho chiesto più divise per il controllo ma anche – rivela Calcinaro – più funzionari amministrativi per l’Immigrazione. Sì perché credo nel dispositivo delle espulsioni (come già dichiarato a Cronache Fermane) ma se non c’è personale a sufficienza, il gap pesa anche su quelle tante persone che rappresentano la parte sana dell’immigrazione e che sono in attesa di un regolare permesso di soggiorno. Però guardiamo anche al bicchiere mezzo pieno: non può passare in secondo piano il fatto che un sottosegretario sia venuto da noi, che abbia mostrato interesse al nostro territorio e che abbia preso l’impegno di tornare». Altro nodo: intensificare i controlli? Sì bene, ma con quali divise? Quelle attualmente “a disposizione” del territorio e che, come rimarcato più e più volte dai loro sindacati, sono ormai allo stremo? Insomma non a voler essere pessimisti o “negativi” ma il Comitato si è concluso con una fumata nera per il Fermano.

«Non nego che mi aspettavo, o meglio mi auguravo che Prisco fosse venuto con un “dono di Natale”, con qualche forza dell’ordine in più. Ma ci ha rappresentato le difficoltà che anche il Governo incontra nel reperire poliziotti e carabinieri. Nessuno ha la bacchetta magica. C’è anche una Finanziaria ancora da chiudere. E poi (sempre per guardare quel bicchiere mezzo pieno, ndr) diciamo anche che qualche rinforzo a Questura e Comando dell’Arma in questi anni è arrivato, rispetto ai tempi della loro istituzione».

Dal sottosegretario Prisco è arrivato anche un “no” al presidio fisso di Polizia a Lido Tre Archi («meglio avere poliziotti all’esterno» ha detto apertamente Prisco). E Calcinaro è dello stesso avviso: «Io non sono contrario al presidio fisso. Abbiamo anche dei locali in via Aldo Moro, e anche i fondi per sistemarli. E lo faremo. Ma se si hanno problema a trovare nuovi agenti per le pattuglie, un presidio fisso lo vedo francamente irrealizzabile, almeno a stretto giro. io francamente, dovendo scegliere tra una pattuglia in più e due agenti al presidio, preferisco la prima opzione. E rigiro la domanda ai cittadini: preferiscono due poliziotti “fissi” o “mobili” e pronti all’eventuale intervento?».

Criminalità sul litorale fermano, il sottosegretario Prisco: «A Tre Archi nessun posto fisso di Polizia. Ulteriori “divise”? Vedremo nel 2024» (Videointervista)

Sicurezza sulla costa, i dubbi di Vesprini su Patto dei Sindaci e ripartizione “marchigiana” delle forze dell’ordine


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti