facebook rss

Iska Sandà World Championship 2016, nella specialità Sandà i titoli mondiali di Roberto Bottoni ed Andrea Donnari

giovedì 22 settembre 2016 - Ore 15:49
Print Friendly, PDF & Email

kung-fu-donnari-bottoni-con-le-cinture

STOCCARDA (D) – Il 20 e 21 maggio scorsi in Germania, precisamente a Stoccarda, si sono svolti i mondiali di tutte le più importanti discipline legate agli sport di combattimento da ring, come la kick boxing, il thai box, mma, il k1 ed il sandà. Quest’ultima è una specialità endogena al kung fu che si pratica con caschetto, guantoni e paratibie: un vero full contact con tanto di ko.

Dei circa 1.200 atleti partecipanti da tutto il mondo solo un centinaio erano mossi dalla gara di sandà, tra questi i nostri portacolori. Il team della Nazionale Italiana di Kung Fu PWKA partecipante alla kermesse tedesca era composto da 2 tecnici: il coach Sergio Ciccoli ed il preparatore atletico Emanuele Mezzadonna, entrambi di Fermo. Sul ring sono invece saliti Roberto Bottoni, altro fermano ed Andrea Donnari, residente a Montegranaro.

Il primo a calcare il tappeto di gara nella categoria Under 80 Kg è stato Bottoni, 31 anni, già 4 volte campione italiano di sandà, esordiente nel circuito mondiale. Buono il passo nelle eliminatorie, determinante la strategia offensiva che l’ha visto trionfare in finale contro un avversario inglese, basata su una sequenza di calci ben portati a segno.

Seguiva il veterano Donnari, due anni in più in anagrafe ed ex Campione del Mondo di sandà nel 2007 e 2009 a Taiwan. L’esperienza maturata in contesti simili è stata determinante per battere in finale l’atleta tedesco, favorito alla vigilia perché caratterizzato da fisico imponente e buona preparazione. Donnari ne veniva a capo addirittura prima della fine naturale dei round, costringendo il contendente ad un numero non consentito di uscite dalla pedana.

“E’ stata un’esperienza fantastica, aldilà del risultato sicuramente ottimo, credo sia una dei vissuti sportivi che mi ha dato più soddisfazione di tutti, per il semplice fatto che l’ho voluto e preparato con la massima determinazione – ha dichiarato Donnari – Chiaramente ci tengo a precisare che si è trattato di una competizione non professionistica, ma disputata tra atleti di ottimo livello, per la quale bisogna allenarsi duramente e affrontare parecchi sacrifici. L’ottenere questa ennesima vittoria ha significato per me un rimettermi nuovamente in gioco dopo alcuni anni di inattività agonistica, e vincere è stato il premio migliore che potessi ottenere per tutti questi anni di pratica costante del kung fu. Ringrazio tutti coloro che mi sono stati vicino in questa nuova circostanza e nei tanti anni passati”.

Gli fa eco Bottoni. “Si sta parlando di un’avventura unica. E’ stato fantastico confrontarsi con atleti di altre nazioni. Il primo match l’ho combattuto contro uno svizzero molto preparato sui fondamentali della boxe. La finale invece è stata dibattuta contro un atleta inglese, ostico anche perché avevo una spalla infortunata. È stata una sensazione bellissima tornare a casa con la cintura da campione”.

“Sicuramente queste esperienze formano molto ed aiutano a crescere – precisa il coach Ciccoli – non solo l’indole dell’atleta , ma anche la persona, ed è la cosa che più mi interessa e ci interessa come scuola perché il kung fu non è solo un arte marziale, ma anche uno stile di vita. Cerchiamo di formare non solo ottimi atleti, soprattutto ottime persone. Devo ringraziare i ragazzi che si impegnano con grandissimo spirito di sacrificio e con una dedizione impeccabile, perché raggiungere questi livelli è veramente molto dura. Ringrazio Emanuele Mezzadonna, sempre al nostro fianco, il successo è dipeso anche dalla preparazione atletica con cui ha curato i ragazzi. Non dimentico di citare inoltre il Maestro fondatore Jang che mi ha cresciuto e dato la possibilità di dirigere il gruppo agonistico. E’ sempre lui il nostro stimolo ed ispirazione. La nostra associazione è cresciuta negli anni in maniera marziale tradizionale, quindi siamo come un grande famiglia dove ognuno mette la parte migliore di quello che  può, chiaramente al servizio di tutti”.

Paolo Gaudenzi

 

donnari-bottoni-fighters

cerimonia-kung-fu

donnari-premiazione

premiazione

14397975_1477503262266172_1046405012_n

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X