facebook twitter rss

Poderosa inarrestabile,
espugnata anche Udine

SERIE A2 - Il pimpante avvio di campionato trova seguito in casa della Gsa, battuta per 69-78. Dopo il derby vinto sulla Termoforgia Jesi e la fragorosa impresa corsara di Ravenna ecco il terzo successo consecutivo, secondo lontano dal PalaSavelli. Mercoledì si torna di scena in riviera, con la visita della Bondi Ferrara e la contemporanea "Festa dello Sport"
domenica 21 ottobre 2018 - Ore 20:09
Print Friendly, PDF & Email

L’abbraccio al centro del parquet a fine gara

UDINE – La compagine di coach Cesare Pancotto non si ferma più. Dopo la vittoria di inizio campionato, messa in atto al PalaSavelli ed imposta alla Termoforgia Jesi, non ha battuto ciglio in seguito, davanti cioè alla doppia trasferta consecutiva.

Esagerato il parziale con cui la XL Extralight ha prelevato, sette giorni fa, lo scalpo del Ravenna; per 69-78 invece l’hurrà odierno frutto del nuovo blitz realizzato nella tana della Gsa Udine, per un totale di tre vittorie in altrettante uscite nella rinnovata Serie A2 edizione 2018/19.

Mercoledì si torna subito sul parquet rivierasco per il quarto appuntamento di calendario: a Porto San Giorgio è infatti attesa la Bondi Ferrara, con palla a due alle 21.00, per una serata che comprenderà al suo interno anche “La Festa dello Sport” (vedi il relativo articolo correlato).

IL TABELLINO

GSA UDINE 69: Mortellaro 3, Visentini ne, Cautiero ne, Pinton, Genovese, Cortese 16, Simpson 15, Penna 3, Nikolic, Pellegrino 8, Powell 18, Spanghero 4. All. Cavina

PODEROSA XL EXTRALIGHT MONTEGRANARO 78: Treier 13, Testa ne, Mastellari 2, Simmons 6, Palermo 11, Petrovic 9, Negri 7, Corbett 23, Amoroso 7, Traini. All. Pancotto

PARZIALI: 16-17, 17-21, 24-18, 12-22

LA CRONACA

La XL Extralight replica la splendida prestazione di Ravenna, tirando fuori una grande gara sul parquet del PalaCarnera e mandando al tappeto la quotata Gsa Udine. Una Poderosa magari non spettacolare, ma quadrata, dura mentalmente, capace di reagire ai momenti di difficoltà e di piazzare la zampata decisiva nel quarto periodo. Tutti i ragazzi di coach Pancotto hanno portato un contributo alla causa (otto giocatori a referto su nove scesi in campo) ma tre i nomi da sottolineare con l’evidenziatore: La’Marshall Corbett, stratosferico nel secondo tempo ed autore di un paio di triple da cineteca nei break decisivi gialloblu; Kaspar Treier, che prima mette la museruola a Cortese poi piazza le due bombe che lanciano la fuga in avvio di quarto quarto; e Danilo Petrovic, che si fa trovare pronto quando Simmons si carica di falli confezionando un paio di giochi da tre punti di cruciale importanza.

Eppure la Poderosa, davanti ai 3.300 del Carnera, ha qualche difficoltà a carburare. Dopo 5 punti in fila di Palermo per il 2-5 gialloblu, viene fuori tutta la classe del grande ex, Marshawn Powell: un paio di zampate della pantera bianconera spingono la Gsa al +7 (14-7 al 5’), ma la XL Extralight c’è e la sveglia suona ben presto: già nel finale del primo quarto la difesa inizia a ringhiare a dovere e i gialloblu mettono il naso avanti (16-17 al 10’). I gialloblu tremano nel cuore del secondo quarto quando Mastellari resta a terra dolorante al ginocchio in uscita da un blocco (le sue condizioni in vista della gara da ex contro Ferrara di mercoledì saranno valutate nei prossimi giorni), ma ecco invece la prima sgasata veregrense. E la firma il protagonista che non ti aspetti: 5 punti in un amen di Petrovic valgono il primo allungo vero di Amoroso e compagni (23-31 al 15’), anche se Udine, aggrappandosi a Simpson e Powell, resta in scia prima dell’intervallo lungo (33-38 al 20’).

Nel terzo quarto, però, i friulani provano ad affondare il colpo: Cortese scalda la mano e con due triple manda in visibilio il Carnera ma soprattutto riporta a +7 la Gsa (54-47 al 27’). La Poderosa sbanca, ma a rimetterla in carreggiata sono le triple in rapida successione di Palermo e Corbett. Nel momento migliore della Gsa, coach Pancotto azzecca la doppia mossa: toglie Simmons gravato di falli per dare spazio ad un pimpante Petrovic e lancia Treier da 3 sulle tracce di Cortese. Risultato: Udine sparisce dal campo, trovando appena 3 punti (tre liberi di Powell sul finire del terzo quarto) nel giro di 8’ a cavallo tra terzo e quarto periodo. La Poderosa approfitta dell’impenetrabilità della sua difesa per costruire il break che segna il match: lo lancia Treier con un paio di triple, lo chiude capitan Amoroso con il canestro del +11 (61-72 al 35’). Simpson prova a mettersi in proprio per tenere accesa la fiammella della speranza, ma ormai non ce n’è: i gialloblu non tremano, il PalaCarnera è ammutolito, la XL Extralight resta imbattuta in vista del ritorno al PalaSavelli di mercoledì sera (ore 21.00) per l’infrasettimanale contro la Bondi Ferrara.

LE DICHIARAZIONI

Queste le parole di coach Cesare Pancotto in sala stampa: «Abbiamo fatto una partita di grande mentalità, di organizzazione, di carattere, di capacità di reagire nei momenti in cui Udine ha espresso la sua massima potenzialità. Abbiamo sfruttato dei vantaggi che ci hanno dato grande fiducia. Per quel che riguarda il carattere, abbiamo avuto continuità e ancora di più nel momento in cui Udine ci ha fatto un break importante con diversi tiri da tre. Proprio in quel momento abbiamo saputo mettere in campo la nostra miglior difesa, abbiamo rimesso in discussione la partita e poi siamo andati in crescendo. Sono sorpreso dal punto di vista dei risultati perché pensare a dove siamo oggi, per cui devo dare atto alla squadra che ha fatto qualcosa che supera anche le mie aspettative personali. Rimaniamo convinti che questo sia un campionato difficile, dove ogni partita è difficile e dove ogni vittoria è una conquista».

 

Fotogallery:

 

Articoli correlati: 

”La Serata dello Sport”, la Poderosa premia le eccellenze Made in Marche

Ancora una trasferta per la Poderosa, domani di scena ad Udine

Poderosa esagerata, sbancato il PalaDeAndre’


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X