fbpx
facebook twitter rss

Guerra dei carabinieri allo spaccio:
un arresto e due denunce,
nei guai anche un minorenne

PORTO SANT'ELPIDIO - I militari dell'Arma della stazione di Porto Sant'Elpidio sono arrivati a sirene in centro e sono intervenuti in diversi luoghi 'sensibili' della città, tra cui alcuni punti di aggregazione giovanile. Fermati dei ragazzini
giovedì 4 Luglio 2019 - Ore 19:00
Print Friendly, PDF & Email

Il comandante dei carabinieri di Porto Sant’Elpidio, Corrado Badini

di Giorgio Fedeli

“Nella giornata di ieri personale del comando stazione Carabinieri di Porto Sant’Elpidio, in collaborazione con unità del Gruppo Cinofili del comando provinciale della guardia di finanza di Fermo, predisponendo un servizio mirato al contrasto di illeciti in materia di spaccio di stupefacenti a danno di soggetti minorenni, – fanno sapere i carabinieri – ha individuato nei pressi di villa Murri, parco giochi e campetto frequentato da ragazzi minori, un 25enne nullafacente, il quale ha ceduto dello stupefacente ad un minorenne ottenendo in cambio denaro contante. Continuando l’osservazione ed il servizio i militari sono prontamente intervenuti all’atto dell’ulteriore cessione di stupefacente da parte del minore acquirente, nei confronti di altro maggiorenne. L’attività di polizia giudiziaria ha consentito di fermare subito il minore recuperando due dosi di stupefacente acquistato del tipo hashish, di riuscire con non poca difficoltà a raggiungere e bloccare il maggiorenne che, alla vista delle divise, ha tentato vanamente di disfarsi di un altro involucro contenente 11 dosi di hashish ed una di eroina, e bloccare il terzo acquirente maggiorenne. Lo stupefacente è stato sequestrato insieme alla somma totale provento delle cessioni. Il minore ed uno dei due maggiorenni sono stati denunciati a piede libero, rispettivamente per la cessione e la detenzione ai fini di spaccio, e stante la flagranza di reato per lo spaccio di stupefacente aggravato per la cessione a minore (il primo dei due maggiorenni) è stato tratto in arresto e tradotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari a disposizione del pm.

Sempre altissima l’attenzione dei militari della stazione di Porto Sant’Elpidio nei confronti di chi svolge illecitamente attività di spaccio, ancor di più nei confronti di minori soprattutto nelle vicinanze dei plessi scolastici o dei luoghi di aggregazione”. Insomma un nuovo blitz dell’Arma elpidiense dopo quello, ultimo in ordine di tempo, del 16 maggio scorso (leggi l’articolo).

 

Ultimo, si diceva, poiché andando indietro nelle settimane, di interventi antidroga a Porto Sant’Elpidio se ne sono registrati diversi: dall’arresto di uno spacciatore emerso il 14 aprile scorso (leggi l’articolo), al blitz del 5 aprile in un appartamento dove è stata scovata anche una pistola. Per arrivare al 13 marzo quando lo stesso comandante Badini è stato aggredito da un uomo poi trovato in possesso di droga (leggi l’articolo). Quello di oggi, dunque, si va ad aggiungere a una nutrita schiera di interventi che rappresentano, oltretutto, ‘solo’ la punta di diamante, le fasi conclusive, di un meticoloso lavoro investigativo che i carabinieri conducono quotidianamente, senza sosta.

 

GUERRA ALLA DROGA Scatta la maxi operazione dei carabinieri da terra e dal cielo (Foto e Video)

Arrestato e con obbligo di firma, i carabinieri lo sorprendono a vendere droga a un minorenne: tenta la fuga ma viene bloccato

Blitz dalla finestra nella casa ‘sospetta’: i carabinieri trovano droga e una pistola senza tappo rosso: un giovane e una donna denunciati

Bloccato per un controllo, aggredisce il comandante dei carabinieri: gli trovano la droga


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X