fbpx
facebook twitter rss

Quel silenzio che pesa
più di mille parole

PORTO SAN GIORGIO - Il punto di Sandro Renzi sulle reazioni e le 'non' reazioni della politica sangiorgese all'aggressione subìta da un agente della polizia municipale
domenica 18 Agosto 2019 - Ore 09:37
Print Friendly, PDF & Email

di Sandro Renzi

Centrodestra compatto esprime solidarietà al corpo della polizia municipale sangiorgese. Lega e Forza Italia chiedono interventi a sostegno degli agenti. Fratelli d’Italia tende addirittura la mano all’Amministrazione comunale. E’ il tema della sicurezza che torna in primo piano dopo i fatti del 14 agosto (leggi l’articolo) e l’opposizione a Porto San Giorgio non si lascia sfuggire l’occasione di rimarcare come proprio questo tema sia da sempre centrale nelle loro politiche. Non che nel centrosinistra, soprattutto nell’ultimo decennio, non si sia posta più attenzione verso tutto ciò che gravita intorno alla sicurezza ed al lavoro di chi è preposto a garantirla, ma tradizionalmente questo è stato e sembra restare uno degli argomenti  appannaggio di quelle forze politiche che adesso sono all’opposizione a Porto San Giorgio.

Ci si sarebbe aspettati, quindi, che in virtù del lavoro svolto per debellare il commercio abusivo soprattutto in spiaggia a Porto San Giorgio, almeno qualche esponente della maggioranza di centrosinistra le spendesse due parole sulla aggressione subita da un vigile durante una delle operazioni messe a segno per arginare la vendita di prodotti contraffatti sul lungomare. Nel gioco delle parti, ci stanno tutte, pertanto, le prese di posizione, anche critiche, della minoranza su questi fatti. Fa parte della democrazia che vede contrapposti sostanzialmente due blocchi in quasi tutti i Comuni. L’Amministrazione comunale rivierasca avrà sicuramente preso atto ed approfondito quello che è accaduto e, volendo riconoscerle un ruolo squisitamente istituzionale più che politico in questo frangente, alla fine si può anche condividere la scelta di non assumere una posizione netta di difesa e di condanna. Una “astensione” non pilatesca e di convenienza ma piuttosto frutto di una ponderata decisione che potrebbe averla portata a ribadire il suo ruolo di “garante” superpartes. Ma dalla sua maggioranza consigliare e dal Pd in primis, primo partito, i sangiorgesi si aspettavano qualcosa in più di un silenzio. Semplicemente esprimendo solidarietà e vicinanza ad un agente non si sarebbe alimentato alcun clima di odio e razzismo in città, o tanto meno corso il rischio di apparire vicini alle ideologie del centrodestra o ancora di “speculare” per guadagnare consenso sulle condizioni sociali di soggetti  meschinamente sfruttati dalla malavita. Anzi, sarebbe stata l’occasione per mostrare che il centrosinistra ha una visione ed una linea politica precise rispetto ai problemi che investono  la quotidianità, in questo caso, di alcune categorie produttive. Anche e soprattutto quando si tratta di sicurezza.

Agente della Municipale aggredito in spiaggia da un venditore abusivo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X