facebook twitter rss

Striscione contro il sindaco Franchellucci
La firma di CasaPound, Pacini:
“Abbiamo dato voce al malcontento in città”

PORTO SANT'ELPIDIO La nota di CasaPound a firma del suo portavoce locale, Francesco Pacini, con cui proprio CP rivendica la paternità dello striscione
Print Friendly, PDF & Email

Uno striscione comparso ieri su un sottopassaggio di Porto Sant’Elpidio sta dividendo la città, commenti a non finire, punti di vista, tutti assolutamente legittimi ma molto distinti e distanti tra loro. Tutto parte da un post nel giorno di inizio della fase 2 del primo cittadino nel quale Franchellucci aveva usato toni a dir poco perentori nel criticare l’atteggiamento assunto da molti suoi concittadini nel tornare all’aria aperta. Franchellucci aveva parlato di “disastro”, un post che lo ha portato alla ribalta delle cronache nazionali con un intervento nella trasmissione di Canale 5, Pomeriggio 5 condotta da Barbara D’Urso, trasmissione che ha dato il la a polemiche culminate con l’affissione dello striscione su cui oggi arriva la rivendicazione di CasaPound che con una nota stampa a firma del suo portavoce locale, Francesco Pacini, riportata di seguito, ne dichiara, appunto, la ‘paternità’:

Già nell’ultimo comunicato, avevamo criticato aspramente il sindaco per il post che aveva fatto sul primo giorno della fase 2 e già da subito avevamo preannunciato che avrebbe messo in cattiva luce Porto Sant’Elpidio ma mai ci saremmo immaginati che sarebbe andato anche su emittenti televisive nazionali ad umiliare la nostra cittadina.
Ieri notte abbiamo affisso un semplice striscione di carta, protesta più che pacifica, per farci portavoce del malcontento e della delusione creatasi dopo le recenti comparse televisive di Franchellucci. Avremmo preferito vedere un sindaco disposto a ‘lavare i panni sporchi dentro casa’, piuttosto che andare a portare Porto Sant’Elpidio alla ribalta nazionale come l’unico posto dove la fase 2 non ha funzionato, solo perché qualche cittadino non ha rispettato le norme di sicurezza.
Avremmo preferito vedere azioni concrete, come il dispiego di forze dell’ordine a piedi, pronte ad intervenire in caso di assembramento e mancato rispetto della distanza di sicurezza.
E invece no, abbiamo dovuto assistere a questo, per la nostra città che, grazie agli scivoloni del centrosinistra cittadino, è ormai nota a livello nazionale per il fenomeno prostituzione e per le affermazione di Sgarbi, che ci definì il paese più brutto dove fosse mai stato.
Crediamo che, ora come ora, la nostra cittadina abbia bisogno di concretezza, e non di passerelle televisive da parte del suo primo cittadino. Non vogliamo limitarci solamente a criticare e, a tal proposito, informiamo che ci stiamo già muovendo per una raccolta alimentare volta ad aiutare tutte quelle famiglie che sono state tagliate fuori dai buoni spesa del Comune”.

 

Dal “disastro” al buon senso: in tanti sul lungomare, ma nel giorno 2 situazione più ordinata

CasaPound bacchetta Franchellucci: “Chiusura del lungomare? Basta terrorismo psicologico”

“Primo giorno della Fase 2? Un disastro, valuterò se richiudere lungomare e spiaggia” il j’accuse del sindaco Franchellucci


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti