facebook twitter rss

Battistoni (FI): “Governo abbandona
i terremotati su spese messa
in sicurezza e contributo abitativo”

SISMA - Il commissario regionale FI: "L'ordinanza numero 670 del capo del dipartimento di Protezione Civile nazionale del 28 aprile del 2020, sancisce la perdita del contributo per l'autonoma sistemazione abitativa (Cas) per coloro che hanno acquistato o costruito un'abitazione a proprie spese nel periodo compreso tra l'evento sismico e il 18 dicembre del 2020, data di entrata in vigore di un'altra ordinanza nazionale, la 619 del 2019"
Print Friendly, PDF & Email

Francesco Battistoni

“Le Marche stanno vivendo un periodo di grande criticità, dovuto, da un lato, agli effetti economici devastanti del Covid-19, dall’altro alle decisioni che stanno caratterizzando, in negativo, la vita delle popolazioni terremotate”. Così, in una nota, il senatore Francesco Battistoni, commissario regionale di Forza Italia Marche.

“Al riguardo, oltre alla notizia di pochi giorni fa, secondo cui la Protezione Civile nazionale ha stabilito che gli interventi di messa in sicurezza delle case colpite dal sisma sono a totale carico economico dei proprietari, c’è un altro fattore, altrettanto grave, per cui ho sentito la necessità di interrogare la presidenza del Consiglio dei Ministri. L’ordinanza numero 670 del capo del dipartimento di Protezione Civile nazionale del 28 aprile del 2020, sancisce la perdita del contributo per l’autonoma sistemazione abitativa (Cas) per coloro che hanno acquistato o costruito un’abitazione a proprie spese nel periodo compreso tra l’evento sismico e il 18 dicembre del 2020, data di entrata in vigore di un’altra ordinanza nazionale, la 619 del 2019. In pratica, a quelle famiglie che, in questo determinato lasso di tempo, hanno provveduto a trovare una temporanea e alternativa abitazione, viene attribuita, ingiustamente, la volontà di voler reperire una sistemazione con carattere di stabilità.
È un’assoluta ingiustizia della quale la Regione deve farsi carico nei confronti del Governo centrale, abituato più a fare le passerelle e farsi i selfie sulle macerie, che a dare risposte concrete nell’interesse dei cittadini marchigiani”.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X